Home / Notizie / Come se fosse una cosa seria / Non li vogliono fra i piedi, i 5 Stelle, nemmeno a Bruxelles. E questi fanno pure votare gli iscritti: per niente

Non li vogliono fra i piedi, i 5 Stelle, nemmeno a Bruxelles. E questi fanno pure votare gli iscritti: per niente

di Giovanna Di Rosa

 

 

 

 

 

Alla fine l’accordo non s’è fatto. Alla faccia dei creduloni che si sono precipitati a votare un serissimo – e segretissimo – accordo del 4 gennaio scorso, tenuto nascosto persino a coloro che poi hanno votato “Sì” (votano “sì” a tutto questi questi 31mila, 40mila, 41mila e sono “il popolo del web”) – francesi e tedeschi si sono messi di traverso e hanno consigliato caldamente all’ex premier belga di lasciar perdere. Lui, Guy Verhofstad, leader del gruppo ALDE a Strasburgo, non se l’è nemmeno fatto ripetere troppo ed ha ritenuto di comunicare di essere “arrivato alla conclusione che non ci sono sufficienti garanzie di portare avanti un’agenda comune per riformare l’Europa”, laddove con agenda comune ci si riferiva a quella tra Alde e M5S la cui agenda cambia a seconda degli umori intestinali del Vate.

 

La reazione di Beppe Grillo è così patetica ed infantile da far persino sorridere: “L’establishment ha deciso di fermare l’ingresso del MoVimento 5 Stelle nel terzo gruppo più grande del Parlamento Europeo. Questa posizione ci avrebbe consentito di rendere molto più efficace la realizzazione del nostro programma. Tutte le forze possibili si sono mosse contro di noi. Abbiamo fatto tremare il sistema come mai prima. Grazie a tutti coloro che ci  hanno supportato e sono stati al nostro fianco”; a commentarla un post straordinario del Prof. Paolo Becchi, filosofo genovese un tempo ritenuto l’ideologo del M5S.

 

 

Si chiude così l’epopea del Grande Condottiero del Sacro Blog che in poco più di sette giorni ha fatto più porcate (politicamente parlando) che in tutta la storia del M5S tirandosi la zappa sui piedi ogni volta che ha potuto con colpi di testa giustificati con concetti risibili e ridicoli.

 

Eccolo il mondo a 5 Stelle, baby. Da Farage ad Alde, nessuno li vuole tra i piedi. Nemmeno a Bruxelles. E nel frattempo i soliti 40mila votano: loro sì che sono tutto un popolo.

 

 

 

(9 gennaio 2017)

 

 

 

 

©gaiaitalia.com 2017 – diritti riservati, riproduzione vietata

 

Comments

comments

gaiaitalia.com

x

Check Also

“Ti facciamo abortire negra di m…”, l’allegra giovane coppia formata da lei e lui esempio di odio razzista

Share this on WhatsAppdi Giancarlo Grassi, twitter@gaiaitaliacom     Eccoli là sull’autobus a Rimini, in tempo di vacanze, lei 19enne, lui 22enne. Una mano si infila abile e silenziosa in una borsa e ne estrae un cellulare. La proprietaria, una donna africana che aspetta un bambino, se ne accorge e ...

Attentato a Barcellona: dodici morti e sessantaquattro feriti. Due arresti e due ricercati

Share this on WhatsAppdi G.G., twitter@gaiaitaliacom     (aggiornamento 17/08/2017, ore 20.00) Sono almeno dodici i morti nell’attentato islamista che ha colpito Barcellona attorno alle 17.00 del 17 agosto. Secondo alcune notizie i terroristi sarebbero asserragliati in un bar. Altre notizie smentiscono questa versione. I Mossos D’Esquadra riferiscono con un ...

Il PIL è aumentato “Perché ha fatto caldo”: Barbara Lezzi del M5S è da Premio Ignobel

Share this on WhatsAppdi Giovanna Di Rosa, twitter@gaiaitaliacom   Lei è la “stellare” esponente del M5S Barbara Lezzi, profonda conoscitrice dell’economia e dei suoi meccanismi, deputata nel parlamento italiano per volere del Sacro Blog, l’ennesima miracolata per intenderci, che in mezzo alla calura ferragostiana, colta da subitaneo fragore neuronico dopo ...

Il “non sono razzista, la mia ragazza è straniera”, sostituisce l’obsoleto “ho tanti amici gay”

Share this on WhatsAppdi Il Capo, twitter@gaiaitaliacom     Un tempo erano di moda dire “Io non ho niente contro i gay, ho tanti amici gay“, specializzato nella locuzione il triste senatore Giovanardi così terrorizzato dall’idea di finire all’inferno che gli toccherà finirci sul serio; era come quando si diceva ...

Questo sito utilizza cookie per le proprie funzionalità e per inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne clicca su "leggi di più". Questo sito utilizza cookies di terze parti. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie. leggi di più

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi