17.5 C
Roma
17 C
Milano
Pubblicità
Pubblicità
Torino
cielo sereno
8.7 ° C
10.6 °
7.1 °
94 %
3.2kmh
1 %
Mar
18 °
Mer
17 °
Gio
19 °
Ven
18 °
Sab
18 °

POLITICA

Pubblicità

ALTRA POLITICA

Pubblicità

ESTERI

Pubblicità
HomeCopertinaNuovi capolavori dal Movimento 5 Stelle, ne producono frequentemente. Dei veri gèni

Nuovi capolavori dal Movimento 5 Stelle, ne producono frequentemente. Dei veri gèni

Pubblicità
GAIAITALIA.COM NOTIZIE anche su TELEGRAMIscrivetevi al nostro Canale Telegram

Livorno Spazzatura per le Stradedi Gaiaitalia.com

 

 

 

 

 

Il furore perfettista dei Cittadini a 5 Stelle si scontra con una realtà che sembra rivoltarglisi contro ad ogni passo. E’ Il Fatto Quotidiano, pubblicazione non certo tacciabile di filo PiDismo a pubblicare alcune delle recenti meraviglie del consesso pentastellato. Anche il quotidiano di Marco Travaglio, nella sua edizione online, parte dal disastro a 5 Stelle di Livorno, dove ancora non si capisce che cosa succederà, o meglio l’hanno capito tutti fuorché il Movimento dei Diarchi, e racconta dell’epurazione prossima ventura di Giuseppe Grillotti, Alessandro Mazzacca e Sandra Pecoretti rei di avere avuto un’opinione propria, che nel M5S non è cosa.  Il Fatto riprende un articolo de Il Tirreno che racconta del ricevimento da parte dei pentastellati dissidenti di un Editto Grillico che comunicava loro la sospensione con effetto immediato e 10 giorni di tempo per difendersi dalle accuse. Rischiano l’esplusione. E saran pianti.

Cos’hanno fatto i tre? Hanno votato contro il concordato preventivo per Aamps, l’azienda comunale che si occupa della raccolta dei rifiuti e ha chiuso il bilancio del 2014 con i conti in rosso di 21 milioni di euro. Grillotti ha poi osato affermare, durante il consiglio comunale interamente dedicato alla questione: “Questa giunta è da cancellare, da azzerare”. Libertà di pensiero difficilmente tollerabile. Secondo Il Fatto Quotidiano Pecoretti dei Sospesi ha pubblicato sul suo profilo Facebook l’Editto Grillico. Noi non l’abbiamo trovato.

 

C’è poi la questione dell’assessore pentastellato Giovanni Gordiani dimessosi per disaccordi con il sindaco Nogarin, perché la democrazia parlata è sempre molto diversa da quella agita, che si esprime senza mezzi termini in una intervista a l’Unità ripresa da Termometro Politico di “pressioni dall’alto, dai vertici del M5S” e le canta pesantissime: Nogarin e la giunta hanno sconfessato quanto promesso per mesi, come se nulla fosse. Tutto è avvenuto in uno spirito antidemocratico e verticistico in cui le prerogative del consiglio comunale sono state calpestate”. E nemmeno sulla gestione a 5 Stelle della città di Livorno le manda a dire: Nogarin e il M5S a Livorno sono un bluff: non c’è democrazia, non c’è partecipazione. Il M5S nazionale sta avallando questo comportamento e ne è partecipe. I meetup dovrebbero essere luoghi di partecipazione e proposte e invece sono portatori di interessi di parte. Mi spiace soprattutto perché ci sono persone che ci credono. Ma poi manca il momento di sintesi. E come in questo caso le decisioni vengono calate dall’alto. In tutto questo chi non si adegua viene cacciato”.

 

Il resto dell’intervista potete trovarlo qui.

 

E’ sempre l’insospettabile Il Fatto Quotidiano a parlare poi di un altro inciampo del Movimento 5 Stelle nato per cambiare il Mondo Conosciuto, riferendosi a Pomezia dove l’Autorità Anticorruzione ha bocciato un bando di gara del Comune guidato dal 2013 dal sindaco pentastellato Fabio Fucci.  Si trattava di un bando per un appalto relativo all’affidamento di un servizio di manutenzione del verde per tre anni, per un importo di quasi 4 milioni di euro. L’Autorità Anticorruzione ha ritenuto “l’operato nella procedura” illegittimo perché “non conforme” alle norme e alla prassi di settore oltre che in contrasto con il principio dell’ampliamento della platea delle imprese in gara. L’Authority si è pronunciata dopo un ricorso di una delle aziende che hanno partecipato al bando e ne sono uscite sconfitte, la Deca.

 

Son giovani e si faranno direte voi. E c’avrete pure ragione a dirlo. E magari penserete anche che nemmeno gli altri partiti che governano di qua e di là evitano errori ed inciampi. Sacrosanto. Possiamo solo dire che almeno questi ultimi non si ergono a purificatori, moralizzatori, innovatori e geni della nuova Italia a 5 Stelle. Tutto il resto è Diarchi.

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

(7 dicembre 2015)

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

©gaiaitalia.com 2015 – diritti riservati, riproduzione vietata

 

Roma
cielo sereno
17.5 ° C
19 °
14.5 °
64 %
2.1kmh
0 %
Mar
26 °
Mer
26 °
Gio
25 °
Ven
24 °
Sab
20 °
Pubblicità

LEGGI ANCHE