31.1 C
Roma
27.6 C
Milano
Pubblicità
Pubblicità
Torino
poche nuvole
22.2 ° C
23.8 °
20.6 °
75 %
2.8kmh
18 %
Gio
22 °
Ven
27 °
Sab
27 °
Dom
24 °
Lun
26 °

POLITICA

Pubblicità

ALTRA POLITICA

Pubblicità

ESTERI

Pubblicità
HomeLGBTIQ+Africa & Maghreb lgtbUganda, restaurare la legge antigay entro "tre giorni"

Uganda, restaurare la legge antigay entro “tre giorni”

Pubblicità
GAIAITALIA.COM NOTIZIE anche su TELEGRAMIscrivetevi al nostro Canale Telegram

Uganda David Bahatidi Daniele Santi

Ci sono priorità, e la distruzione della vita delle persone omosessuali in Uganda è evidentemente una priorità così assoluta per le forze politiche del Parlamento da far gridare agli stessi che la legge “va restaurata entro tre giorni!” dopo che la Corte Costituzionale l’ha abrogata perché approvata senza il numero legale.

Lungi dallo scusarsi con i cittadini per avere agito in modo fraudolento, gli onnipotenti e castissimi membri del parlamento ugandese si sono precipitati a riorganizzarsi per restaurare la Legge. David Bahati (foto), colui che ha sottoposto la legge al Parlamento dando il via alla persecuzione di gay e lesbiche nel paese, ha detto che si tratta di una “emergenza legislativa” e che la restaurazione potrebbe essere votata con provvedimento d’urgenza.

Durante una intervista a Radio24 del 5 agosto scorso un attivista ugandese ha sottolineato l’enorme influenza della Chiesa nello sviluppo delle politiche antigay in Uganda ed i continui attacchi alle persone omosessuali che arrivano dai pulpiti delle chiese del paese durante le cerimonie religiose. Attacchi così forti – ha sottolineato – che rendono praticamente imposibile sradicare il pregiudizio antigay dalla popolazione.

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

(6 agosto 2014)

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

©gaiaitalia.com 2014
diritti riservati
riproduzione vietata

 

 

 

 

Roma
cielo sereno
31.1 ° C
33 °
29.1 °
35 %
3.6kmh
0 %
Gio
29 °
Ven
36 °
Sab
35 °
Dom
35 °
Lun
34 °
Pubblicità

LEGGI ANCHE