31.1 C
Roma
27.6 C
Milano
Pubblicità
Pubblicità
Torino
nubi sparse
25.9 ° C
26.6 °
24.6 °
83 %
0.4kmh
68 %
Gio
26 °
Ven
28 °
Sab
28 °
Dom
22 °
Lun
27 °

POLITICA

Pubblicità

ALTRA POLITICA

Pubblicità

ESTERI

Pubblicità
HomeLGBTIQ+Africa & Maghreb lgtbZambia, liberi i due giovani accusati di omosessualità senza prove

Zambia, liberi i due giovani accusati di omosessualità senza prove

Pubblicità
GAIAITALIA.COM NOTIZIE anche su TELEGRAMIscrivetevi al nostro Canale Telegram

Zambia Antigaydi Daniele Santi

I due giovani imprigionati un anno fa per omosessualità senza nessuna prova che non fossero i pettegolezzi dei loro viscidi vicini, prove inconsistenti della Polizia che aveva detto di avere accesso ad otto differenti testimoni che non si sono mai visti, quella Polizia che li ha torturati e falsamente accusati, saranno liberati.

Dopo più di un anno di prigioneil Tribunale ha riconosciuto che lo stato non è stato in grado di portare prove valide a suffragio dell’accusa di “conoscenza carnale contro l’ordine naturale”, a carico dei due.

I due giovani di 23 e 24 anni, Barber Philip Mubiana e James Mwape, verranno ora liberati dopo le torture, le accuse: li attende la morte sociale – se non fisica – considerando che in Zambia l’omosessualità è vista come una manifestazione demonica (punita con la prigione fino a 14 anni)  e che il loro arresto era avvenuto a seguito di una feroce campagna antigay del governo del paese che aveva anche ordinato l’arresto di un attivista per la lotta all’HIV, Paul Kasonkomona.

Solo qualche settimana fa il governo del paese aveva dichiarato che i diritti delle persone omosessuali non verranno mai riconosciuti in Zambia essendo i “comportamenti gay” [sic] contrari ai valori cristiani (valori?) riconosciuti dalla Costituzione.

 

 

 

 

 

 

 

 

(4 luglio 2014)

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

©gaiaitalia.com 2014
diritti riservati
riproduzione vietata

 

 

 

 

 

Roma
cielo sereno
31.1 ° C
33 °
29.1 °
35 %
3.6kmh
0 %
Gio
29 °
Ven
36 °
Sab
35 °
Dom
35 °
Lun
34 °
Pubblicità

LEGGI ANCHE