Pubblicità
9.1 C
Roma
9.7 C
Milano
Pubblicità
PubblicitàBritish School Banner 2023
PubblicitàLancio Master 2023 Limited Edition
Pubblicità
Pubblicità
HomeNotizieDiritti UmaniLampedusa, brucia barcone in mare: più di trecento morti, venerdì lutto nazionale

Lampedusa, brucia barcone in mare: più di trecento morti, venerdì lutto nazionale

Immigrati Naufragio 01di Giovanna Di Rosa

Una barcone carico di immigrati è andato a fuoco ed è naufragato provocando una tragedia.

I fatti, secondo una notizia diffusa da Radio24, ma non confermata potrebbero essere accaduti quando è stato dato fuoco ad alcune coperte per segnalare la presenza del barcone. Le fiamme si sono rapidamente propagate ed il barcone si è capovolto.

A bordo c’erano almeno 500 persone, fino ad ora sono stati recuperati 95 corpi, un’altro centinaio sono stati trovati sotto il barcone e 150 risultano dispersi. Tra loro almeno trenta bambini e diverse donne, alcune di loro in stato di gravidanza. Si teme che gran parte dei passeggeri del barcone posa essere perita nel disastro. Uno degli scafisti è stato arrestato.

La tragedia è avvenuta a circa mezzo miglio dalla costa dell‘Isola del Coniglio, il Sindaco Giusi Nicolini, ha scritto un telegramma ad Enrico Letta che diceva: “Presidente, venga a contare i morti”.

Per venerdì è prevista una giornata di lutto nazionale.

Disgustosi come sempre, i commenti dei lettori dei quotidiani seri che riportano la notizia: nemmeno davanti alla morte l’odio razzista conosce ritegno.

 

 

 

 

 

[useful_banner_manager banners=8 count=1]

©gaiaitalia.com 2013
tutti i diritti riservati
riproduzione vietata

[useful_banner_manager banners=17 count=1]

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

In Evidenza