18.4 C
Roma
17.4 C
Milano
Pubblicità
Pubblicità
Pubblicità

POLITICA

PubblicitàLancio Master 2023 Limited Edition

ESTERI

Pubblicità
HomeBasilicataLa Lega di Salvini riesce a diventare il terzo partito in Basilicata...

La Lega di Salvini riesce a diventare il terzo partito in Basilicata sotto Forza Italia, un altro trionfo

Pubblicità
GAIAITALIA.COM NOTIZIE anche su TELEGRAMIscrivetevi al nostro Canale Telegram

Quando sono scrutinate 128 sezioni su 682, le elezioni regionali della Basilicata certificano che le destre vincono con il loro candidato Vito Bardi e che la Lega di Salvini è molto, ma molto lontana dall’essere il partito nazionale delirato dal leader tra un post su X e una virata su TikTok e un ponte sullo Stretto bloccato dal governo di cui fa parte. E’ infatti il terzo partito al 7,8% quasi cinque punti sotto Forza Italia al 13,0%.

Meloni con la sua fratellanza d’Italia è al 17.4% (un punto sotto le politiche del 2022) e il PD è al 13,9 poco sopra il risultato del 2019. Il partito di Conte all’7,7%, un patatrac prevedibile. Exploit di Calenda al quale fanno bene i voti di Pittella (un 7,7% difficilmente ripetibile a livello nazionale).

Nel post elezioni in Basilicata c’è un’unica consapevolezza abbacinante: al congresso della Lega subito dopo l’estate se ne vedranno delle belle. Se si è fortunati anche prima. Con Azione e Renzi in spolvero al sud si potrebbe persino profilare una maggioranza possibile all’orizzonte che li veda partecipi (scalpitano dal 27 settembre 2022). Intanto l’affluenza va sotto il 50% che è un pessimo segno, soprattutto per le opposizioni. Chi vince se ne frega perché può permettersi il lusso di governare un paese intero con i voti della minoranza che va a votare, certo di godere di applausi e del sempre attuale facciano quello che cazzo gli pare, chi se ne frega. Ed è il chi se ne frega il vero problema di questo paese.

Su Gaiaitalia.com Sud tutti i risultati.

 

(22 aprile 2024, ultimo aggiornamento 23 aprile 2024)

©gaiaitalia.com 2024 – diritti riservati, riproduzione vietata

 





 

 

 

 



Pubblicità

LEGGI ANCHE