Pubblicità
12.8 C
Roma
7.8 C
Milano
Pubblicità
PubblicitàBritish School Banner 2023
PubblicitàLancio Master 2023 Limited Edition
Pubblicità
Pubblicità
HomeGiustappunto!Giustappunto dal chiaro ascendente rodariano (leggere per credere)

Giustappunto dal chiaro ascendente rodariano (leggere per credere)

di Vittorio Lussana


Il cognatino scende a Ciampino
(filastrocca satirica dal chiaro ascendente rodariano  dedicata a un Governo parecchio balzano)

 

Ma quant’è bravo quel cognatino,
che ferma il rapido e scende a Ciampino.
Con un dito calmo e sereno,
subito chiama il capotreno.

In Trenitalia sono zelanti,
già messi a cuccia tutti quanti.
Ma poi scoppia un grande casino
ed è bufera sul cognatino.

C’era bisogno di prendere il treno,
per scendere in fretta proprio a Ciampino?
Ma lui risponde che andare a Caivano
era il suo sogno fin da bambino.

E il pendolare che, poverino,
non riesce ad andare neanche al Torrino?
Non ci pensare e fallo anche tu:
prendi un bel rapido e poi buttati giù.

Proprio in quel mentre arriva Salvini,
coi suoi lunghi elenchi di problemini,
che si domanda con le mani all’insù:
Non ricordo se ferma anche a Cantù”. 

“Uffa che barba: quante stazioni”,
esclama annoiato lo zio Calderoli,
“se differenziamo lautonomia,
possiamo scendere persino a Pavia”.

“Ho sempre odiato la geografia”,
dichiara Salvini a Radio Maria,
“fare la spesa è la mia nuova manìa,
ma dell’Esselunga non ricordo la via”. 

E il cognatino sull’auto blu:
“Del mappamondo non fidarti mai più.
Anche il satellite spara cazzate,
prendi un bel treno e poi scendi a Segrate:
lo puoi trovare a Milano Lambrate”.

 

 

(24 novembre 2023)

©gaiaitalia.com 2023 – diritti riservati, riproduzione vietata

 




 

 

 

 



In Evidenza