33.1 C
Roma
29.6 C
Milano
Pubblicità
Pubblicità
Torino
nubi sparse
25.8 ° C
27 °
24.4 °
62 %
2.7kmh
81 %
Gio
25 °
Ven
24 °
Sab
26 °
Dom
30 °
Lun
29 °

POLITICA

Pubblicità

ALTRA POLITICA

Pubblicità

ESTERI

Pubblicità
HomeCopertinaRoccella e l'ecologia umana: la Signora Ministra è in confusione

Roccella e l’ecologia umana: la Signora Ministra è in confusione

Pubblicità
GAIAITALIA.COM NOTIZIE anche su TELEGRAMIscrivetevi al nostro Canale Telegram

di Giovanna Di Rosa

Donna Roccella di tutte le certezze, anche Ministra finché non cambiano le cose, che non si sa mai quanto durano, non sapendo cosa dire venendo contrastata nel merito delle sue decisioni che l’unico senso che hanno è quello di non avere alcun senso, in piena confusione da teocrazia da ministra di una Democrazia parlamentare, finché dura, è riuscita a parlare di “ordine naturale” – quell’ordine naturale secondo il quale in natura sopravvive il più forte e che gli uomini hanno rapidamente tradotto in “guerra”“sopraffazione del più forte sul più debole”, argomento che francamente non spiegherebbe perché ci si scanni tanto sul “No alla guerra” – e ha citato Francesco I, che citano tutti e sempre a sproposito decontestualizzando a proprio uso e consumo ciò che dice, parlando di rispetto per quella che chiama “ecologia umana” dentro l’ordine “naturale dell’unione tra uomo e donna” o della famiglia tradizionale che nel disordine costituito delle Destre sembra significare averne più di una di famiglia, possibilmente con squinzie al seguito.

La dichiarazione al Corriere scatena naturalmente polemiche a non finire – attento sia l’associazionismo LGBTIQA+ a non cadere nella trappola delle provocazioni ordito al fine di poterlo tacciare di intolleranza così da poterlo zittire, magari per decreto – ma non stupisce: è una dichiarazione di Roccella che deve pur arrampicarsi sugli specchi, dato il ruolo e data l’ideologia teocratica e intollerante di cui è portatrice, con pieno diritto – pur di giustificare l’ingiustificabile senza dire come stanno le cose: che il suo ministero ha deciso per la guerra alle famiglie Arcobaleno partendo dal colpire i bambini. Un’azione inqualificabile da qualunque lato la si guardi.

A questo proposito l’intervento di Rosario Coco presidente di Gaynet, che in una nota stampa ricorda la Signora Ministra mentre regala la perla dell’invocazione a “un’ecologia umana contro la genitorialità per contratto” e si chiede se intenda, parlando di ecologia, definire chi non procrea secondo “l’ordine naturale” uomo-donna “rifiuti?”. Continua Coco chiedendosi se “La Ministra sta forse additando come spazzatura le famiglie arcobaleno e tutte le coppie eterosessuali con problemi di infertilità, ovvero una su cinque in Italia?”.

Ciò che è certo è che siamo nel pieno dell’ennesima “crociata contro la genitorialità per contratto” che non è niente di più della solita mistificazione delle destre che promettono miracoli che non possono mantenere e poi si scagliano contro i più deboli: è così dal 1994, nonostante le beatificazioni parlamentari del Sacro defunto stucchevoli quanto dovute – consigliamo un po’ di pubblico ritegno e l’ascolto della strada che la pensa assai diversamente da chi chi è stato beatificato in vita grazie alla sua sudditanza con seggi parlamantari che non meritava. Che un figlio o un figlia vengono da una relazione e da una scelta d’amore, è per Roccella e le sue Destre un elemento da non considerarsi affatto così come il limitarsi all’ennesima proibizione da oggi in poi. No, loro vogliono sentirsi immortali e vicini a dio, così parlano di reato universale – il mondo degli esperti di diritto di sta sbellicando dal ridere dai Poli alla Patagonia – irricevibile senza nuove convenzioni e trattati internazionali che avrebbero bisogno di decenni (e peraltro ci sono già e che l’Italia ha già ratificato) e devastano la vita di bambine e bambini di 6 anni a cui viene cancellato, via raccomandata, uno dei due genitori. Eccola l’ecologia umana secondo Roccella. Ma nei fatti siamo a una assai più disumanabanale cattiveria da caserma per procura. Succede sempre così quando si ha a che fare con i timorati che straparlano di ordine naturale e creano, nei fatti, disordine innaturale. 

 

(21 giugno 2023)

©gaiaitalia.com 2023 – diritti riservati, riproduzione vietata

 





 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 



Roma
poche nuvole
33.1 ° C
34.4 °
30.7 °
43 %
5.7kmh
20 %
Gio
33 °
Ven
35 °
Sab
36 °
Dom
37 °
Lun
38 °
Pubblicità

LEGGI ANCHE