Reddito di Cittadinanza e un popolo che avrà ben otto mesi per trovare una soluzione creativa per rimediare un pasto

Leggi di più

Bologna, dodici misure cautelari tra appartenenti al Collettivo Universitario Autonomo e Laboratorio Cybilla

di Redazione Bologna Questa mattina la DIGOS della Questura di Bologna ha eseguito su disposizione della locale Procura della Repubblica, nella persona del Procuratore Capo dott. Giuseppe Amato e del dott. Antonio Gustapane, titolare delle indagini, 12 misure cautelari, emesse dal G.I.P. del Tribunale di Bologna, dott. Claudio Paris, a carico di altrettanti appartenenti del Collettivo […]

Volpi e Garozzo consegnano il fioretto alla Città di Torino

di Redazione Torino Il Grand Prix FIE TROFEO INALPI incorona Torino capitale mondiale del fioretto nell’ambito della prima prova del calendario GRAND PRIX SERIE 2023 di fioretto maschile e femminile in programma al Pala Alpitour dal 10 al 12 febbraio, Alice Volpi e Daniele Garozzo consegneranno il fioretto al sindaco Stefano Lo Russo e all’assessore allo Sport e […]

Tragedia sul lavoro nel cantiere del Terzo Valico a Voltaggio: muore un 33enne

di Redazione Alessandria Tragedia nel cantiere del Terzo Valico a Voltaggio, nell’Alessandrino attorno all’una di notte del 7 febbraio. Uno scoppio, dovuto probabilmente a una fuga di gas, e la fiammata che ne è seguita, ha provocato la morte di un operaio e il ferimento di un altro operaio. La vittima è un uomo di 33 anni, calabrese, in […]

Il Parco nazionale dell’Appennino tosco-emiliano è il primo in Europa con doppia certificazione FSC e PEFC per la gestione forestale sostenibile e i servizi...

di Redazione Bologna In Italia i boschi arrivano a coprire il 37% del territorio: un grande valore che deve però essere gestito in maniera opportuna[1]. È infatti necessario tutelare il patrimonio forestale e arboreo italiano a 360 gradi, tenendo conto dei suoi “servizi ecosistemici”, ovvero i benefici multipli forniti dagli ecosistemi al pianeta e al genere […]

CONDIVIDI

di Giancarlo Grassi

Questo primo mese di luna di miele tra il governo e gli Italiani, luna di miele che comincia a somigliare a un matrimonio infelice nonostante certa esilarante sondaggistica che si smentisce da quotidiano a quotidiano, ha visto la presidente del Consiglio intestarsi una serie di provvedimenti all’insegna dell’amore per l’Italia che offrono robe fondamentali per gli Italiani.

Un decreto anti rave del quale tutti gli italiani sentivano la mancanza, avendo avuto ogni famiglia d’Italia un rave nel proprio giardino di casa; chiusura dei porti, più o meno, e polemica politica contro i migranti che hanno sortito l’ennesima allontanamento dell’Italia dall’Europa che conta, alla vigilia della tranche di 13 miliardi di euro del PNRR; il reddito di cittadinanza l’hanno (quasi) abolito, e il milione di persone che grazie a quella roba lì è uscito dalla povertà, sa che dopo le feste natalizie avrà ben otto mesi a disposizione per trovare una soluzione creativa per saltare i pasti e pagare le bollette; aumento della benzina e calo dello sconto sulle accise della stessa, perché si può sempre andare in bicicletta o a piedi oppure contare su trasporti pubblici inesistenti, la vera felicità che vuole per voi la Destra non si sofferma su queste piccolezze; aumento delle sigarette, tanto si può sempre smettere di fumare e quindi, finalmente!, l’aumento di dieci euro dieci nelle buste paga dei lavoratori italiani. Un specie di miracolo.

E poi tetto al contante a cinquemila euro tanto ognuna e ognuno di voi escono abitualmente di casa la mattina con cinquemila euro in tasca per le spesucce quotidiane, tetto al contante che va ad unirsi all’aumento della flat tax in onore all’elettorato della Lega, le cui tasse verranno pagate dai lavoratori dipendenti, qualche condono mascherato qua e là e, udite udite, via all’obbligatorietà del pagamento con bancomat sotto i 60 euro (non più 30, perché il governo Meloni è creativo e cambia idea a seconda dell’allegria che scorre loro nelle vene).

Ecco il governo del popolo: popolo che corrisponde a quel 44,4% di Italiani sul 66,6% di votanti che il governo Meloni l’hanno voluto. Per tutto l’altro popolo, quello nemico, c’è tempo. Di quanto tempo ci sarà sul serio se ne riparla a marzo….

 

(27 novembre 2022)

©gaiaitalia.com 2022 – diritti riservati, riproduzione vietata

 

 





 

 

 

 

 

 

 

 



%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: