Ricordare che Aboubakar Soumahoro non è indagato e non ha ruoli nella cooperativa degli scandali

Pubblicità

Condividi

di Daniele Santi

Non ha vigilato, non ha controllato a sufficienza, non si è recato dove avrebbe dovuto recarsi, non ha immaginato che c’erano soldi che volavano da tasche dove non erano mai entrate, fino ad altre tasche in Ruanda per costruire un resort. Questa è l’unica colpa di Aboubakar Soumahoro: quella di non avere vigilato sugli affari della sua famiglia, o meglio, di quella di sua moglie.

Ne ha altre: è nero, è africano, è sindacalista, è un rompicoglioni, non le manda a dire e ha a cuore, fatti e non parole, i diritti dei lavoratori. Non solo di quelli africani. E sta a sinistra che in questo paese è peggio che puzzare d’aglio. Ricorderete cosa scoppiò in parlamento quando fu eletta Kashetu Kyenge (le diedero del gorilla o dell’orango, non ricordo nemmeno. Poi persero la causa e pagarono) perché la pelle scura in parlamento è poco gradita. E la democrazia, che è cosa seria, ha sempre due facce: quella che offri agli altri e quella che hai al mattino quando ti svegli e ti guardi allo specchio.

Tuttavia qualcosa in questa storia non ci convince, a partire dall’apparizione televisiva di Aboubakar Soumahoro, autospesosi da Avs per scelta personale, che ha detto molto, ma niente di chiarificatore – e magari non c’è proprio niente da chiarire – ai suoi atteggiamenti e all’eloquio sempre troppo teatrali, nel senso sgradevole del termine, come se dovesse sempre essere dentro il ruolo senza uscirne mai.

Poi ci sono alcune dichiarazioni a loro volta oscure, ma chiarissime da un punto di vista politico, di chi Soumahoro lo ha già candidato. Bonelli, ad esempio, si lascia sfuggire una bomba a orologeria: “C’è stata un’incapacità di selezione nella candidatura”, riferendosi a quella del sindacalista che “lo invitavano tutti” e quindi, da persona pubblica, poteva portare voti, mentre Fratoianni, segretario di Sinistra Italiana, dice al quotidiano Domani che le dimissioni sono “Un atto politico”.

La sensazione molto forte è che Soumahoro (che non è indagato, non è socio della cooperativa e nulla ha a che vedere con la malversazione della quale sua suocera è accusata, sia già stato scaricato.

 

 

(25 novembre 2022)

©gaiaitalia.com 2022 – diritti riservati, riproduzione vietata

 





 

 

 

 

 

 

 



Pubblicità

altre notizie

I No Green pass chiamano il 112 della Polizia per dire che la Polizia li blocca senza sapere che al 112 risponde la Polizia

di Daniele Santi, #poverinoi Così, visto che erano circondati dalla polizia, per dirla alla Ridolini cercando di evocare le espressioni soddisfatte...

Quelli che “già a Pompei” c’era un “mosaico” che “conteneva un QR code per il Green pass”

di Giovanna Di Rosa, #bufale E' proprio quella magnifica invenzione che è Bufale.net a riportare la notizia. I creduloni...

David Sassoli ricoverato in ospedale in Italia dal 26 dicembre

di Redazione Politica Il presidente del parlamento europeo David Sassoli è ricoverato dal 26 dicembre in ospedale in Italia per complicazioni...

Giorgia Meloni fu Ministra nel Governo Berlusconi IV dal 2008 al 2011. Pubblichiamo gli atti

di Giovanna Di Rosa #Maiconsalvini twitter@gaiaitaliacom #Maicoifascisti   La Signora On. Meloni, ex Ministra del governo Berlusconi IV che fu...
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: