Pubblicità
12.9 C
Roma
8.6 C
Milano
Pubblicità
PubblicitàBritish School Banner 2023
PubblicitàLancio Master 2023 Limited Edition
Pubblicità
Pubblicità
HomeNotizieFavolosa proposta leghista: 20mila euro a chi si sposa in chiesa. Poi...

Favolosa proposta leghista: 20mila euro a chi si sposa in chiesa. Poi fanno marcia indietro

di Giancarlo Grassi

La nuova esilarante proposta della Lega di Salvini sempre più lontana dalla realtà del paese e sempre più vicina ad un delirio teocratico-autarchico, intrisa di una volontà discriminatoria che si spiega perfettamente guardando alle politiche divisive del partito di Salvini, si sofferma ora su una priorità assoluta per l’Italia: i matrimoni religiosi.

Entrando a gamba tesa dentro la libertà di culto e di scelta garantite dalla Costituzione la Lega di Salvini propone un sussidio di 20mila euro a chi decide di sposarsi in chiesa perché “i matrimoni in chiesa sono in calo”: tra i paletti decisi dagli illuminati legislatori leghisti non c’è la fede cattolica, ma l’avere la cittadinanza italiana da almeno 10 anni e un reddito inferiore a 23mila euro.

L’indispensabile ddl era stato presentato alla Camera. Ma poi è successo che il Governo ha detto no, da Oltretevere si sono mostrati incazzerecci, tutta Italia si è sganasciata dalle risate e il favoloso mondo leghista ha fatto marcia indietro.

 

 

(20 novembre 2022)

©gaiaitalia.com 2022 – diritti riservati, riproduzione vietata

 





 

 

 

 

 

 

 



In Evidenza