Gaiaitaliapuntocom FILM FEST. Dal 17 settembre on-line su www.filmfest.gaiaitalia.com

Pubblicità

Condividi

di Redazione Spettacoli

Al via il 17 settembre alle ore 14 in streaming live dal sito www.filmfest.gaiaitalia.com l’edizione zero di Gaiaitaliapuntocom FILM FEST, festival competitivo online di cortometraggi a tematica sociale, LGBTIQA+ e diritti umani, che terminerà il prossimo 2 ottobre con un evento speciale in streaming live della durata di 24 ore che regalerà la visione del nuovo film del grande regista francese Paul Vecchiali che rappresenta l’evento clou della manifestazione.

Tre i premi che il festival consegnerà attraverso la giuria specializzata di giovani registi italiani presieduta dal critico Alessandro Paesano: il premio al Miglior Film, il premio alla Miglior Sceneggiatura, il premio Cinetika alla miglior produzione. Il festival attribuirà inoltre il Premio speciale Paul Vecchiali che il regista stesso, 92enne, pilastro del cinema francese nonostante sia stato invitato per la prima volta a Cannes soltanto all’età di 80 anni, attribuirà a suo esclusiva discrezione all’opera che riterrà la migliore.

Gli organizzatori sono onorati che abbia deciso di collaborare tanto attivamente alla buona riuscita del festival online Gaiaitaliapuntocom FILM FEST.

La giuria è composta da Laura Salvioli (critica cinematografica), Silvia Morganti (costumista), e dai registi emergenti Linda Parente, Chiara Rapisarda, Brando Improta, Giulio Neglia, Marco Renda, Stefano Tammaro. La direzione del festival si riserva l’attribuzione di menzioni speciali e altri premi speciali destinati a opere di particolare rilevanza.

I cortometraggi in concorso verranno proposti online per 48 ore ciascuno (ogni giorno ci sono i film di ieri e di ierlaltro e quelli di oggi), la visione è gratuita e gli spettatori verranno invitati a visionare il nuovo corto online con una comunicazione via Facebook e via Twitter. Basta seguire la pagina Facebook @gaiaitaliapuntocomfilmfest e l’account Twitter @GaiaitaliaFF così da ricevere le notifiche direttamente.

Le opere provengono da Italia, Francia, Spagna, Regno Unito, Stati Uniti, Pakistan e in linea con il manifesto della kermesse cinematografica proposto dallo scrittore e regista teatrale Ennio Trinelli ai due co-direttori e co-organizzatori Andrea Natale e Giuseppe Sciarra, rappresentano una finestra aperta sui temi legati ai diritti umani e all’educazione al rispetto dei diritti umani attraverso la cultura, il cinema, la letteratura.

LA PROGRAMMAZIONE

Si parte il 17 settembre alle 14 con l’anteprima mondiale del film del regista franco-tunisino Mehdi Ben Attia, un amico delle iniziative culturali di Gaiaitalia.com Notizie, che ci ha regalato il suo “Il S’en va” affascinante corto con la partecipazione di Fanny Ardant; seguono i gemelli Hicham e Samir Harrag che insieme a Al Huynh presentano il loro premiatissimo “Sacré Coeur”. A seguire il britannico Joseph Wilson, gli italiani Giulia Legini e Alessandro Losacco, quindi il francese Sebastièn Chauvin; ancora incontreremo Simon Rieth, Piefrancesco Bigazzi, i pluripremiati Saverio Tavano e Lucia Lorè, Elèonore Berrubé, Heather María Áks, il coraggioso film pakistano di Iqran Rasheed e poi dopo Thy Tran di nuovo in Italia con Federico Russotto, Giuliano Giacomelli e Lorenzo Giovenga; si torna all’estero con Luis Sebastián Castro e di nuovo in Italia con Alessandra Ardito e Marianna Turturo e Storm Di Scozia per un nutritissimo programma che porterà spettatrici e spettatori fino al 1 ottobre.

Il dettaglio delle pellicole su www.filmfest.gaiaitalia.com. Sono possibili cambiamenti di programma che verranno comunicati tempestivamente via Facebook e Twitter. I film sono in lingua originale con sottotitoli in inglese.

L’ORGANIZZAZIONE

Dopo avere realizzato la docuserie in sei puntate di prossima uscita sul tema del post covid “L’ultima transizione: tra memoria e futuro” dove intervistano, tra gli altri, Federico Rampini, Silvia Garambois, Francesco Rutelli, Ginevra Bompiani, dove tracciano una precisa analisi sui cambiamenti sociali legati alla pandemia da coronavirus, i tre direttori artistici, anche co-organizzatori di Gaiaitaliapuntocom FILM FEST danno vita a questa nuova avventura completamente online alla scoperta di interessanti, coraggiose e innovative cinematografie nel nome di un mondo altro dove le persone siano libere perché sanno rispettare le libertà altrui.

“In questo momento storico” affermano Andrea Natale, Giuseppe Sciarra e Ennio Trinelli “è necessario creare valore con ciò che ci si impegna a fare, perché il fare è sempre più difficile così come lo è il rapportarsi all’altro come altro da noi, ma ugualmente degno. Da questa considerazione la scelta dei temi da sottoporre ai partecipanti, che hanno risposto con grande entusiasmo, anche nelle scelte artistiche più estreme e scomode, ma di grande valore sul piano artistico, tecnico e narrativo. Il festival è, fin dalla prima edizione, un porto di approdo per tutti i veri creativi e artisti che non si sentono compresi, magari a torto, dai festival istituzionali e che ancora sognano di cambiare il mondo”.

Gaiaitaliapuntocom FILM FEST è organizzato dal quotidiano online Gaiaitalia.com Notizie (www.gaiaitalia.com), dal blog Cinemanostro, in collaborazione con Cinetika, con la direzione artistica di Andrea Natale, Giuseppe Sciarra e Ennio Trinelli.

Si ringrazia per la preziosa collaborazione Cinema Party.

 

(16 settembre 2022)

©gaiaitalia.com 2022 – diritti riservati, riproduzione vietata

 




 

 

 

 

 

 

 



Pubblicità

altre notizie

I No Green pass chiamano il 112 della Polizia per dire che la Polizia li blocca senza sapere che al 112 risponde la Polizia

di Daniele Santi, #poverinoi Così, visto che erano circondati dalla polizia, per dirla alla Ridolini cercando di evocare le espressioni soddisfatte...

Quelli che “già a Pompei” c’era un “mosaico” che “conteneva un QR code per il Green pass”

di Giovanna Di Rosa, #bufale E' proprio quella magnifica invenzione che è Bufale.net a riportare la notizia. I creduloni...

David Sassoli ricoverato in ospedale in Italia dal 26 dicembre

di Redazione Politica Il presidente del parlamento europeo David Sassoli è ricoverato dal 26 dicembre in ospedale in Italia per complicazioni...

Iran. Ventenne decapitato dalla famiglia perché omosessuale

di Ragazzi di Tehran, #Iran Aveva 20 anni e si chiamava Alireza Monfared. Aveva vent'anni e voleva una nuova vita....
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: