A Salvini non rimane altro che far saltare in aria il Governo….

Pubblicità

Condividi

di Daniele Santi

Salvini sembra ormai avere pochi margini di manovra, soprattutto dopo che ha dovuto smentire un suo presunto viaggio a Mosca stimolato in quel senso anche da un irritatissimo Giorgetti, che come Fedriga fa parte della Lega di Governo, non di quella agitatrice e inconcludente di Salvini e deve ripiegare su dichiarazioni finto-pacifiste per far tremare il governo Draghi di cui fa parte e al quale, contemporaneamente, si oppone.

Visti i rapporti stretti con la Russia di Putin e dopo l’intervento a gamba tesa di Lavrov dalle reti amiche di Mediaset, forse Salvini non è proprio tranquillo. E’ infatti successiva all’osceno intervento del ministro di Putin che Salvini la dichiarazione all’Adnkronos: “Comincio ad avere dubbi sull’utilità dell’invio di armi in Ucraina” con rispolvero di un trumpismo opportunista che gli ha fatto dire “Con Trump alla Casa Bianca non saremmo arrivati a questo punto”.

Salvini è stritolato tra il suo ruolo di segretario di un partito di governo, di sostenitore in pectore di Putin, di oppositore dello stesso governo e i suoi uomini come Fedriga che gli ha detto “Ciao ciao nel 2023 vado da solo“.

Salvini ha poche alternative: una è quella di far saltare in aria il Governo, e dovrà vedersela con la parte della Lega di Governo che fa capo a Giorgetti mentre, contemporaneamente, dovrà riuscire a vincere le elezioni amministrative in Sicilia dove la sua Lega non esiste neanche nei simboli, così come a Genova; quindi dovrà continuare a tenere alto il vessillo di un pacifismo al quale non crede nemmeno lui sapendo che Meloni, che lo supera nei sondaggi di quasi 8 punti, ha usato parole di fuoco contro l’invasione di campo russa dagli schermi di Rete 4 mentre lui, Salvini, sussurrava ai sordi.

O può continuare ad essere tutto ciò che finge di essere a giorni alterni nella disperata impresa di piacere a tutti, a non dispiacere a nessuno, senza prestare troppa attenzione ai sondaggi che vedono la sua Lega dimezzata rispetto al 2019 quando gli venne detto “Prego, si accomodi” e addirittura sotto il risultato elettorale reale del 2018. Non vorremmo essere nei suoi panni.

 

(3 maggio 2022)

©gaiaitalia.com 2022 – diritti riservati, riproduzione vietata

 





 

 

 

 

 

 

 



Pubblicità

altre notizie

I No Green pass chiamano il 112 della Polizia per dire che la Polizia li blocca senza sapere che al 112 risponde la Polizia

di Daniele Santi, #poverinoi Così, visto che erano circondati dalla polizia, per dirla alla Ridolini cercando di evocare le espressioni soddisfatte...

Quelli che “già a Pompei” c’era un “mosaico” che “conteneva un QR code per il Green pass”

di Giovanna Di Rosa, #bufale E' proprio quella magnifica invenzione che è Bufale.net a riportare la notizia. I creduloni...

David Sassoli ricoverato in ospedale in Italia dal 26 dicembre

di Redazione Politica Il presidente del parlamento europeo David Sassoli è ricoverato dal 26 dicembre in ospedale in Italia per complicazioni...

Giorgia Meloni fu Ministra nel Governo Berlusconi IV dal 2008 al 2011. Pubblichiamo gli atti

di Giovanna Di Rosa #Maiconsalvini twitter@gaiaitaliacom #Maicoifascisti   La Signora On. Meloni, ex Ministra del governo Berlusconi IV che fu...
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: