Pubblicità
27.7 C
Roma
27.6 C
Milano
domenica, Aprile 14, 2024
Pubblicità
PubblicitàBritish School Banner 2023

POLITICA

PubblicitàLancio Master 2023 Limited Edition

ESTERI

Pubblicità
Pubblicità
HomeCopertinaAumentano le bollette e c'è il caro-energia? Il Salvini-nucleare ha la soluzione....

Aumentano le bollette e c’è il caro-energia? Il Salvini-nucleare ha la soluzione….

GAIAITALIA.COM NOTIZIE anche su TELEGRAMIscrivetevi al nostro Canale Telegram

di Daniele Santi

Anno nuovo, vecchie storielle. La prima che Salvini regala ai suoi fan sempre meno numerosi e ai sempre più numerosi detrattori, è il raccontino dell’energia nucleare contro il caro bollette; la seconda è la vendita di una decisione dell’UE che decisione non è ma è soltanto una proposta, peraltro già superbocciata dalla stragrande maggioranza dei paesi membri.

Siamo alle solite, la cortina di fumo leghista scende sui problemi reali che vengono nascosti da soluzione impossibili grazie alla famosa equazione che vale sempre: “1+1=2! Visto come sono bravo a fare i calcoli?”. Siamo, insomma, ai saldi di fine stagione delle idee che creano futuro del leader leghista.

Come ricorda Massimo Mastruzzo sul nostro giornale del 2 gennaio scorso “per allestire e avviare una nuova centrale tradizionale servono dai 5 ai 10 anni, con costi di realizzazione e mantenimento enormi che, uniti a quelli di smaltimento delle scorie, fanno schizzare talmente tanto  il prezzo dell’energia atomica, che in molti casi, è stato calcolato che nella migliore delle ipotesi un impianto nucleare riuscirà appena a rientrare nei costi” perché nonostante i passi avanti della tecnologia “il costo dell’energia prodotta risulta al momento altissimo (si aggirerebbe intorno agli 82 dollari a MWh, contro i 150 dollari per Megawattora del “nucleare tradizionale” con, per capirci, il solare e l’eolico che si assestano attorno ai 40)”.

Ecco la sostanza inconsistente di cui sono fatti i sogni di Salvini che arrivano a proporre soluzioni che soluzioni non sono a problemi serissimi che invece serissimi sono mentre sarebbe necessaria l’attenzione di tutti, perché vanno presidiati gli spazi di libertà che le destre si preparano ad assaltare con l’elezione del presidente della Repubblica che potrebbe diventare problema reale invece di garante di tutti, come intelligentemente suggerito da Mattarella il 31 dicembre 2021, durante l’ultimo discorso televisivo del suo settennato.

 

(3 gennaio 2022)

©gaiaitalia.com 2022 – diritti riservati, riproduzione vietata

 





 

 

 

 

 

 

 



Pubblicità

LEGGI ANCHE