Patrick Zaki libero, ora inizia la parte più difficile

Condividi

di GdR, #patrickzaki

Patrick Zaki sarà scarcerato entro breve. Ma questo non significa che si siano finalmente accorti che nessuna delle ridicole accuse che gli sono state mosse in patria sta in piedi.  Anzi, verrebbe da pensare, a voler pensar male, che il periodo di tempo che lo separa dal 1 febbraio 2022, quando dovrà ripresentarsi in tribunale, sia quello più difficile. Più delicato. Fors’anche più pericoloso.

Vogliamo sperare, conosciamo bene quella parte di mondo, che alla liberazione di Zaki abbia contribuito anche l’Italia, senl senso di abbia contribuito DAVVERO anche l’Italia, visto l’entusiasmo della Farnesina, perché Patrick Zaki è anche italiano, è anche cittadino onorario di molte città, è ricercatore della prestigiosa Unviersità di Bologna, è nostro concittadino e amico.

Non possiamo dimenticare, da un punto di vista politico, che la Patrick Zaki libero è in pericolo esattamente come da recluso, forse di più dunque terminato questo momento di riflessione ci imporremo, nuovamente, il silenzio sulla vicenda. Ché una parola di troppo non pregiudichi una situazione già fin troppo delicata. Intanto non si sa ancora quando lo studente verrà scarcerato. Nessuno l’ha detto.

 

(7 dicembre 2021)

©gaiaitalia.com 2021 – diritti riservati, riproduzione vietata

 

 




 

 

 

 

 

 

 

 



Pubblicità

altre notizie

I No Green pass chiamano il 112 della Polizia per dire che la Polizia li blocca senza sapere che al 112 risponde la Polizia

di Daniele Santi, #poverinoi Così, visto che erano circondati dalla polizia, per dirla alla Ridolini cercando di evocare le espressioni soddisfatte...

Quelli che “già a Pompei” c’era un “mosaico” che “conteneva un QR code per il Green pass”

di Giovanna Di Rosa, #bufale E' proprio quella magnifica invenzione che è Bufale.net a riportare la notizia. I creduloni...

David Sassoli ricoverato in ospedale in Italia dal 26 dicembre

di Redazione Politica Il presidente del parlamento europeo David Sassoli è ricoverato dal 26 dicembre in ospedale in Italia per complicazioni...

Iran. Ventenne decapitato dalla famiglia perché omosessuale

di Ragazzi di Tehran, #Iran Aveva 20 anni e si chiamava Alireza Monfared. Aveva vent'anni e voleva una nuova vita....
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: