Pubblicità
12.9 C
Roma
9.4 C
Milano
Pubblicità
PubblicitàBritish School Banner 2023
PubblicitàLancio Master 2023 Limited Edition
Pubblicità
Pubblicità
HomePoliticaItaliaSalvini in campagna acquisti (quando la faceva Berlusconi si chiamava "Mercato delle...

Salvini in campagna acquisti (quando la faceva Berlusconi si chiamava “Mercato delle Vacche”)

di Daniele Santi, #politica

Va alla grande la campagna acquisti di Salvini, alla grandissima e finché dura, che pesca da Forza Italia, da Italia Viva, perché alle amministrative mancano dieci giorni e la Lega trema, e non è che si può perdere anche la Sicilia e la Calabri quando tutte le altre città sono in bilico e i supercandidati son tutti mezzi morti.

Certo a Forza Italia girano le palle (quando la faceva Berlusconi questa roba dentro Forza Italia tacevano, i giornali lo chiamavano “Mercato delle Vacche” mentre ora sono alla locuzione “campagna acquisti”) e la granitica unità della destra, la federazione di berlusconiana ispirazione con salviniani sorrisi e meloniane indignazioni, sono già tutte a puttane. Non esiste più nulla. Solo il Salvini-Moloch che non vuole essere abbattuto. Ma ci penseranno gli elettori.

Del resto i cambi di casacca in parlamento ci sono sempre stati – alcuni milionari, ci son processi lì a raccontarli e fior di sentenze – e tanta indignazione nei confronti dei tradimenti salviniani non fa nemmeno sorridere. Com’è fatto il milanese di origini meridionali che odiava i meridionali e gli immigrati lo sapevano anche prima.

Lamentarsi adesso è come prendersi a calci nelle palle da soli.

 

(23 settembre 2021)

©gaiaitalia.com 2021 – diritti riservati, riproduzione vietata

 

 




 

 

 

 

 

 

 



In Evidenza