31.1 C
Roma
27.6 C
Milano
Pubblicità
Pubblicità
Torino
poche nuvole
22.2 ° C
23.8 °
20.6 °
75 %
2.8kmh
18 %
Gio
22 °
Ven
27 °
Sab
27 °
Dom
24 °
Lun
26 °

POLITICA

Pubblicità

ALTRA POLITICA

Pubblicità

ESTERI

Pubblicità
HomeCoherentia et honestateSiamo al Salvini che oggi voterebbe persino lo "ius soli" pur di...

Siamo al Salvini che oggi voterebbe persino lo “ius soli” pur di compiacere Draghi. Fino a quando non riaprirà la caccia

Pubblicità
GAIAITALIA.COM NOTIZIE anche su TELEGRAMIscrivetevi al nostro Canale Telegram

di Daniele Santi, #Politica

Per come stanno le cose fino ad ora il segretario leghista folgorato sulla draghiana via e i cui peones sono riusciti persino a dichiarare che “la Lega non è mai voluta uscire dall’Euro”, una roba che farebbe ammazzare dal ridere anche i cadaveri, oggi voterebbe votare favorevolmente persino lo ius soli o il matrimonio egualitario pur di dimostrare a Draghi quanto è buono, bravo e disponibile.

Questo naturalmente prima di riaprire la caccia al drago che riprenderà secondo tempi e modi tutti salviniani quando l’orribile destra italiana, ora solo apparentemente riconvertita ad un filo-governativismo opportunistico e di sola facciata, deciderà di far saltare nuovamente i giochi.

Il farsi bello con molti sforzi del Salvini del “Io non sono un incendiario è che mi disegnano così” non è il solo ostacolo sul cammino di Draghi, che non ci sembra statista tale da temere gli attacchi salviniani, anche di pentastellisti trabocchetti è pieno l’augusto determinato marciare verso la meta del prossimo presidente del Consiglio-panzer dello spread a 94, che hanno chiesto e pare ottenuto un ministero della transizione ecologica ed hanno detto “Niet” ancora una volta al Mes – che dato l’abbassamento clamoroso dello spread potrebbe anche non essere più pietra dello scandalo.

In tutto questi fertilizzare di novità ed europeismo la nuova Italia a guida Draghi suona persino patetico il grido di BertolasoUn vaccino ogni sette minuti“, a testimonianza dell’assoluta incapacità di governo dell’amministrazione Fontana accompagnato al patibolo da Gallera o Moratti che siano. E suona quasi irrispettoso ricordare i disastri sanitari dell’Umbria, un ricovero per Covid-19 all’ora tra l’8 e il 9 febbraio, dopo che Bertolaso, sempre lui, aveva parlato di nessun lockdown in Umbria.

Ma la vera comica finale la sta preparando Meloni quando dice “Strano che Salvini parli a nome del centrodestra”. Lei che fino a tre giorni fa, parlava dell’incrollabile unità della destra italiana. Staremo a vedere: l’estrema destra di Meloni e le altre trovano una granitica unità solo quando c’è la rincorsa alle poltrone parlamentari via elezioni.

 

(10 febbraio 2021)

©gaiaitalia. com 2021 – diritti riservati, riproduzione vietata

 





 

 

 

 

 




Roma
cielo sereno
31.1 ° C
33 °
29.1 °
35 %
3.6kmh
0 %
Gio
29 °
Ven
36 °
Sab
35 °
Dom
35 °
Lun
34 °
Pubblicità

LEGGI ANCHE