24.4 C
Roma
19.2 C
Milano
Pubblicità
Pubblicità
Torino
poche nuvole
15.7 ° C
17.5 °
14.1 °
83 %
0.7kmh
16 %
Sab
15 °
Dom
20 °
Lun
20 °
Mar
23 °
Mer
26 °

POLITICA

Pubblicità

ALTRA POLITICA

Pubblicità

ESTERI

Pubblicità
HomeCopertinaBernardo Valli lascia Repubblica e una forse peculiare opinione del suo direttore...

Bernardo Valli lascia Repubblica e una forse peculiare opinione del suo direttore sulla libertà di pensiero

Pubblicità
GAIAITALIA.COM NOTIZIE anche su TELEGRAMIscrivetevi al nostro Canale Telegram

di Giovanna Di Rosa #Repubblica twitter@gaiaitaliacom #Informazione

 

La nuova proprietà di Repubblica, quella delle radio gnè gnè e della peculiare visione della libertà di opinione, superbamente incarnata dal nuovo direttore, ha preso una porta in faccia di non poco peso, perché a sbatterla, quella porta, è stato Bernardo Valli, un monumento del giornalismo italiano che lascia il gruppo la cui nuova proprietà si è permessa di far fuori dai palinsesti e dalle collaborazioni professionisti come Concita De Gregorio e Oscar Giannino.

In una lettera inviata a Molinari, Valli avrebbe criticato la vicinanza del direttore al governo israeliano, vicinanza che minerebbe addirittura la libertà di espressione dello stesso Valli al quale è stato chiesto di modificare un pezzo forse troppo anti-Nethanyahu. Il direttore Molinari, che vanta tra i nuovi collaboratori del quotidiano la nuova corrispondente da Gerusalemme che più di destra non si può, è riuscito a perdere in poche settimane Enrico Deaglio, Gad Lerner e Pino Corrias. Insomma, una strage. Culturale, si intende.

Bernardo valli è nato a Parma nel 1930.

 

(16 settembre 2020)

©gaiaitalia.com 2020 – diritti riservati, riproduzione vietata





 

 

 

 

 




Roma
cielo sereno
24.4 ° C
26.3 °
22 °
38 %
4.1kmh
0 %
Sab
24 °
Dom
27 °
Lun
31 °
Mar
34 °
Mer
35 °
Pubblicità

LEGGI ANCHE