Pubblicità
27.7 C
Roma
27.6 C
Milano
domenica, Aprile 14, 2024
Pubblicità
PubblicitàBritish School Banner 2023

POLITICA

PubblicitàLancio Master 2023 Limited Edition

ESTERI

Pubblicità
Pubblicità
HomeCopertinaLinus, il padre delle radio gnè gnè, furioso per la chiusura delle...

Linus, il padre delle radio gnè gnè, furioso per la chiusura delle discoteche

GAIAITALIA.COM NOTIZIE anche su TELEGRAMIscrivetevi al nostro Canale Telegram

di G.G. #Lopinione twitter@gaiaitaliacom #Covid19

 

E’ Pasquale Di Molfetta, padre delle radio gnè gnè e noto come Linus, componente dell’unica dinastia familiare di origine terrene che domina sulle radio italiane, col fratello Albertino, ad esprimersi con la sobrietà che è tipica dell’italiano medio degli ultimi due decenni, contro l’ordinanza del ministro Speranza che chiude le discoteche.
Linus è intervenuto dal suo profilo Instagram ed è stato ripreso anche dal Corriere.

E così, da oggi, quando peraltro non conta quasi più niente, le discoteche torneranno a restare chiuse. Ho dovuto mordermi la lingua in queste settimane per evitare di infilarmi in polemiche di cui proprio faccio volentieri a meno, ma adesso che è stata presa la decisione posso chiedermi… Ma quale imbecille di politico, governatore, sindaco o questore poteva pensare che si potessero aprire e non avere assembramenti?!?»

Dal direttore delle radio del gruppo GEDI del post-colpo di stato che ha fatto fuori in pochi giorno Oscar Giannino e Concita De Gregorio ci si aspetta poco e data la piattaforma scelta per mettersi in mostra, Instagram, non certo un ragionamento approfondito, noi però pensiamo che dal Governo – e ci contavamo anche noi che governo non siamo e non saremo – ci si aspettasse più maturità da coloro che le discoteche le frequentano e, va da sé, anche da certi ultrasessantenni che le discoteche le commentano. A beneficio del proprio giovanilismo da radio gnè gnè.

Non crediamo ci sia stata imbecillità, crediamo sia stata data fiducia. E dato che i comportamenti erano sempre più a rischio di settimana in settimana, e aumentando i casi tra i giovani e giovanissimi, si è optato per la chiusura. Giusto? Sbagliato? Preferiremmo non avere un altro lockdown. Non sappiamo cosa pensi Linus delle radio gnè gnè sulla questione. E della giustezza o no delle decisioni ci si accorge sempre a posteriori. Nonostante l’arguzia del Pasquale Di Molfetta.

 

(17 agosto 2020)

 





 

 

 

 




Pubblicità

LEGGI ANCHE