Home / Copertina / Lorenza Morello, presidente APM, sul caso Segre: “La prima e più importante libertà è quella dall’odio”

Lorenza Morello, presidente APM, sul caso Segre: “La prima e più importante libertà è quella dall’odio”

di GdR #NoOdio twitter@gaiaitaliacom #LorenzaMorellocè

 

“La prima e più importante libertà è quella dall’odio” queste le prime parole della Presidente APM Lorenza Morello sulla vicenda della scorta assegnata alla Senatrice Segre. “Sono intimamente e profondamente colpita da ciò che sta accadendo” continua Morello nel comunicato stampa giunto in redazione “e io stessa sono stata insultata apertamente sui social per aver preso le sue difese più volte. Viviamo in tempi bui e sottovalutare le potenzialità dell’odio può essere pericoloso, devastante. Irreparabile”. Prosegue Morello: “Tutto inizia con una battuta, con la volgarità, con il qualunquismo. La discriminazione all’inizio è solo “a parole”, ma sottovalutarne le conseguenze può essere fatale.”

“È fondamentale” rimarca la presidente APM “far sì che le espressioni di odio vengano rovesciate nel loro contrario. E il loro contrario non è la vendetta – l’odio, appunto – ma l’invito, che la Senatrice Segre rinnova ogni giorno, alla consapevolezza, alla presenza morale e politica, alla coscienza critica. Alla risposta delle istituzioni, anche, chiamate a intervenire quando la marea nera dell’intolleranza dilaga nel dibattito pubblico – sempre che di dibattito, in questo caso, si possa parlare”.
Così chiude la nota stampa Lorenza Morello.

 

 

(7 novembre 2019)

©gaiaitalia.com 2019 – diritti riservati, riproduzione vietata

 

 

 





 

 

 

 

 

 




Comments

comments

Lascia un Commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo:

Questo sito utilizza cookie per le proprie funzionalità e per inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne clicca su "leggi di più". Questo sito utilizza cookies di terze parti. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie. leggi di più

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi