Home / Copertina / Italia Viva scompiglia i giochi politici e costringe a muoversi anche gli immobili

Italia Viva scompiglia i giochi politici e costringe a muoversi anche gli immobili

di E.T. #Politica twitter@gaiaitaliacom #maiconsalvini

 

I sondaggisti sono unanimi nel dire che al di là delle percentuali assegnate ad ognuno, variabili a seconda dei campione e anche degli editori dei quotidiani che li commissionano (spicca il 3% che soltanto Ixé per Repubblica assegna al partito di Renzi), il nuovo partito ha costretto il panorama politico italiano, immobile da sempre, a darsi una svegliata. Quella svegliata che nemmeno la vittoria del M5S era riuscita a dare.

C’è quindi movimento in tutto il transatlantico anche perché, e anche se nessuno lo dice, c’è da raccogliere l’eredità di Berlusconi che lascia affondare Forza Italia e che la recente annunciata indagine per mafia non lascia in buone acque. Quell’eredità pesa. Pesa in termini di voti. E non può certo essere lasciata nelle mani della Lega. E Berlusconi è ormai alla fine dei suoi giorni – e non stiamo parlando della sua vita terrena della quale non ci frega un accidente, ma di quella politica.

Ci sono spostamenti un po’ da tutte le parti. Reali, quelli dal PD, Forza Italia e M5S verso il partito di Renzi, quelli di Forza Italia verso il PD, quelli di LeU verso il PD; ci sono quelli annunciati, leggi le orde di “sorprese” che Salvini ha annunciato transumare dal M5S alla Lega più indecifrabili che possibili.

E ci sono poi alcuni segnali interessanti: tutta la stampa italiana, e gran parte dei media, sono così proiettati a dare addosso a Italia Viva che non si sa più cosa ascoltare per ascoltare punti di vista orientati all’obbiettività. Vien voglia di aprire una nuova emittente.
Il social blu ci oscura tutti gli articoli che parlano di Renzi e ricominciano ad accusarci di filorenzismo… S’andassero a leggere gli articoli dove a Renzi dicevamo quel che meritava. Per dire.

L’agenzia AGI ad esempio, pubblica un interessante tabella che è un po’ il sommario degli ultimi sondaggi e che si sforza, non certo nei commenti, di andare nella direzione di una certa sobrietà di toni.

 

 

E’ interessante notare come per molti commentatori che vedono comunque le intenzioni di voto della nuova forza politica crescere, media del 4,1% tra chi la da al 3% e chi al 5,9%, non sia il PD a perdere voti rispetto a Italia Viva, ma il PD guadagni in consensi recuperandoli da chi si era spostato verso il M5S per insofferenza verso Renzi. Dunque il dato più importante, ancora più importanti dei movimenti politici reali, è manifestare l’antipatia verso Renzi, prima la propria – che è certa – e poi quella degli Italiani, che sta nei sondaggi. E’ chiaro quindi che i sondaggi vengono commissionati e pubblicati non per capire, ma per orientare.

 

(27 settembre 2019)

©gaiaitalia.com 2019 – diritti riservati, riproduzione vietata

 


 

 

 

 

 





 

 

 




Comments

comments

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo:

Questo sito utilizza cookie per le proprie funzionalità e per inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne clicca su "leggi di più". Questo sito utilizza cookies di terze parti. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie. leggi di più

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi