Home / Ambiente / La Regione dà il primo ok a Pian Dell’Olmo. Conferenza Servizi e Sit-In di protesta lunedì 24 giugno

La Regione dà il primo ok a Pian Dell’Olmo. Conferenza Servizi e Sit-In di protesta lunedì 24 giugno

di Monica Maggi #Politica twitter@gaiaitaliacom #PiandellOlmo

 

La domanda preliminare sulla zona discarica Pian Dell’Olmo parte da lontano: è stata spedita in Regione il 23 settembre 2018. L’autorizzazione è per 700mila metri cubi, più della metà della capienza del sito di Malagrotta, la storica discarica della Capitale. L’estensione è pari a circa 45mila metri quadri. Dal Comune di Roma assicurano che “nessuna discarica nel territorio comunale o provinciale verrà mai autorizzata”

Siamo al confine con il comune di Riano, sulla direttrice Flaminia. Qui dovrebbe nascere la nuova zona discarica Pian Dell’Olmo. La titolare della Direzione regionale Politiche Ambientali e Ciclo di Rifiuti, Flaminia Tosini, ha rilevato che la cava per la quale la società lancianese Torre di Procoio srl ha richiesto la Via (valutazione d’impatto ambientale) “non ricade in nessuno dei siti della Rete Europea Natura 2000”. Assenza di vincoli che, insieme al parere sostanzialmente positivo fornito dall’Arpa Lazio, ha permesso agli uffici regionali di dare l’ok alla conferenza dei servizi, convocata per il prossimo 24 giugno. La richiesta di Via era stata inoltrata dal proponente privato “alla luce delle difficoltà della città di Roma nell’ambito dei rifiuti”.

La cava si trova alle spalle della Riserva Naturale della Marcigliana, in un’ansa del fiume Tevere. L’area era già stata presa in considerazione a cavallo fra il 2011 e il 2012 e autorizzato “come sito alternativo a Malagrotta” dall’allora prefetto Giuseppe Pecoraro, con l’avallo di Renata Polverini, Nicola Zingaretti e Gianni Alemanno, all’epoca rispettivamente governatrice, presidente della Provincia di Roma e sindaco della Capitale. Il progetto, proposto dal Colari di Manlio Cerroni, non è stato mai realizzato. Questa volta, la società proponente è collegata con il Gruppo Maio, la realtà imprenditoriale più importante in Abruzzo nel settore dello smaltimento rifiuti. Amministratore unico della TdP, è Manuel Turchi ex calciatore di Serie B nella Virtus Lanciano e genero di Franco Maio, dominus del gruppo societario ed ex proprietario dello stesso club rossonero.

 

E ora iniziano i primi dispetti…

Se dal Comune di Roma assicurano che “nessuna discarica nel territorio comunale o provinciale verrà mai autorizzata”, in Regione Lazio parlano di “iter di legge”.

“La società ha fatto una richiesta di valutazione d’impatto ambientale, gli uffici lavoreranno per capire se ci sono i margini per concedere la via. Dopodiché toccherà ai comuni decidere cosa fare”, spiegano dall’entourage dell’assessore all’Ambiente, Massimiliano Valeriani, ribadendo che “si tratta di un iter tecnico, gestito da tecnici”. In realtà, anche nella bozza di piano rifiuti su cui l’amministrazione guidata da Nicola Zingaretti sta lavorando, è prevista una “discarica di servizio” per la Capitale. “Il Piano non ha la facoltà di risolvere il problema della raccolta, dello spazzamento, del trattamento e dello smaltimento dei rifiuti – ha detto ancora Valeriani in una nota – ma di individuare il fabbisogno degli impianti. Spetta poi ai Comuni realizzarli”.

 

Regione | AMA | Comune di Roma | Comuni Hinterland : chi farà che cosa

In poche parole la Regione può autorizzare tutti gli impianti che vuole, ma devono essere poi il Comune di Roma e la sua società municipalizzata – dunque Ama spa – a volerla utilizzare. Un percorso obbligato, in realtà, perché il principio dell’economicità (su cui vigila la Corte dei Conti) spingerebbe la società capitolina a servirsi della cava autorizzata in luogo di costi quadruplicati per il conferimento nelle altre regioni. Fra l’altro, uno dei consiglieri del nuovo cda di Ama, in procinto di insediarsi, è Massimo Ranieri, per anni manager della EcoLan proprio di Lanciano. “In realtà non ho ancora accettato il mio incarico ad Ama”, prende le distanze lui, nonostante i comunicati ufficiali del Campidoglio. “Comunque sia non ero a conoscenza di questa iniziativa del gruppo Maio. Me ne occuperò se e quando sarà il momento”.

La conferenza dei Servizi si terrà lunedì 24 giugno alle 11 in via del Tintoretto 432 a Roma. Potete visionale la documentazione qui: https://regionelazio.box.com/v/EOWpiandellolmo; è necessaria una password che è torreprocoio.

La cittadinanza è invitata a partecipare al sit-in contemporaneo che si terrà allo stesso indirizzo negli spazi antistanti.

 

 

 

 

(21 giugno 2019)

©gaiaitalia.com 2019 – diritti riservati, riproduzione vietata

 

 





 




Comments

comments

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo:

Questo sito utilizza cookie per le proprie funzionalità e per inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne clicca su "leggi di più". Questo sito utilizza cookies di terze parti. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie. leggi di più

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi