Home / Copertina / “Giustappunto!”, di Vittorio Lussana. E il finale era scontato: non sono “buoni” a governare

“Giustappunto!”, di Vittorio Lussana. E il finale era scontato: non sono “buoni” a governare

di Redazione #Giustappunto twitter@gaiaitaliacom #Politica

 

E’ inutile sperare che il Governo ‘penta-leghista’ si renda conto di cosa sta accadendo veramente con la Francia. Di Maio, che ha la coscienza più sporca di un borseggiatore napoletano, politicamente parlando, pensa che tutto nasca dal suo incontro con il leader dei ‘gilet gialli’, finalizzato a creare il nuovo nemico unificante, Emmanuel Macron, proveniente dalle élites o dall’establishment. E via così, con le solite ‘cazzate’ da diffusori d’odio, ideologico e sociale. Poco conta che l’attuale presidente francese abbia fatto parte del Partito socialista francese per decenni. Egli è l’uomo delle banche: è così, punto e basta. La solita ‘verità automatica’ da piccolo borghesi. Come se qualcuno che ha bevuto un bicchiere di spumante a capodanno venisse accusato di essere un alcoolista. Quell’altro, Matteo Salvini, subito ha pensato ai litigi frontalieri sui migranti, anche se non è solamente la Francia a respingere, ma anche l’Austria, l’Ungheria e un sacco di altri Paesi tanto simpatici e ‘colorati’, che quando ricevono dei fondi dall’Europa, vivaddio, li spendono. E quasi mai se li vedono ‘stornati’ verso i progetti di altri Paesi. Quell’altro ancora, Danilo Toninelli, invia una relazione ‘costi-benefici’ – predisposta da docili funzionari ministeriali improvvisamente trasformatisi in profeti della macroeconomia continentale – tramite la quale ritiene di poter annunciare, in totale ‘nonchalance’: “Noi il Tav non lo facciamo”. Ciò, ovviamente, dopo che la Francia ha già effettuato i suoi investimenti ed è già un pezzo avanti nell’impresa. Come se, ai tempi del traforo del Monte Bianco, ci fossimo permessi di ‘piantare’ lì per terra pale e picconi, dopo aver siglato accordi e trattati bilaterali: una cosa da ‘coglioni veri’. Ma ecco, dunque, il vero punto in questione: l’incontro ‘bilaterale’ Italia-Francia, in merito al quale, i francesi si stanno già preparando per benino, con dati, costi e conti alla mano. Tanto per farci capire che stiamo veramente rompendo le ‘scatole’ a tutti. Persino agli americani e a Donald Trump, per la nostra ‘sfavillante’ posizione assunta sul Venezuela. La verità è che nessuno ha il coraggio di confessare, soprattutto dalle parti di Lega e Movimento 5 stelle, che queste due forze stanno governando ‘di merda’. Esse stanno, cioè, facendo il male, ma veramente il ‘Male’ – quello con la ‘M’ maiuscola – degli italiani. I quali, ormai risultano totalmente esclusi da ogni verità, poiché vengono dati loro ‘in pasto’ unicamente vuoti slogan e fesserie narcotizzanti. Come nel vergognoso servizio mandato in onda dal Tg2 delle 20.30 alla sera del 7 febbraio, in cui è stata addirittura riesumata la ‘testata’ di Zidane a Materazzi: roba di 13 anni fa, signori. Tanti ne son passati dalla finale di Berlino 2006. E questi sono ancora fermi lì, ostinatamente convinti che gli anni non passino mai e che il tempo sia immobile. Ecco perché c’è ancora in giro la ‘Mummia’, con più di 80 anni ‘suonati’. Siamo di fronte a gente assolutamente inadatta e disadattata, capace di negare persino l’evidenza. Come quando ‘becchi’ tua moglie a letto con Rocco Siffredi e lei, per tranquillizzarti, sull’orlo dell’orgasmo ti dice: “No, caro: non è come pensi”! Lega e Movimento 5 stelle sono vittime della loro stessa sub-cultura: continuano a non compredere che stanno scherzando col ‘fuoco’ con la loro visione ‘binaria’, che non riesce mai ad andare oltre l’area del rettangolo. E invece, siamo solo all’inizio di una nuova ‘fiction’, niente affatto a ‘schema fisso’. Ne vedremo delle ‘belle’, di qui in avanti. Anche se il finale piacerà a pochi. Come quando, dopo aver fatto l’amore, la tipa di turno ti domanda: “Ti è piaciuto”? Cosa vuoi rispondere a una domanda così? “Bene il primo tempo; nel secondo, è calato di ritmo; e il finale era scontato…”.

 




(8 febbraio 2019)

©gaiaitalia.com 2019 – diritti riservati, riproduzione vietata

 

 





 

 

 

Comments

comments

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Server dedicato
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo:

Questo sito utilizza cookie per le proprie funzionalità e per inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne clicca su "leggi di più". Questo sito utilizza cookies di terze parti. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie. leggi di più

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi