Home / Copertina / Lele Mora in politica, o di quello che mancava

Lele Mora in politica, o di quello che mancava

di G.G. #Politica twitter@gaiaitaliacom #cattofascismi

 

 

L’area delle finte bionde in politica, l’area cattofascista per intenderci, si arricchisce di un nuovo statista che lascerà di stucco l’Italia, dopo averla lasciata smutandata. Il nuovo Vate della politica italiana è l’ennesimo sgrammaticato della statismo e dei regolamenti parlamentari che dopo avere sbagliato e pagato, e avendo maturato il giusto odio verso il mondo, scende in politica con  una nuova formazione di ispirazione naturalmente cattolica e per il suo “Tra due anni saremo in parlamento” sottotitolo “annamo bbene” si appella alla principessa della tolleranza e del savoir faire Giorgia Meloni.

Il Vate del nuovo movimento politico che cambierà l’Italia è nientepopodimenoché Lele Mora il Grande, l’agente di tutti i divetti e le divette senza arte né parte che inondano giornaletti scandalistici e trasmissioni orribili, che secondo gli obbiettivi del neopresidente [sic] Mora non vedono l’ora di sedere in parlamento perché dopo il pentaleghismo occorrono le cavallette per terminare la distruzione dell’Italia.

Serissime le motivazioni della discesa in campo del nuovo condottiero della villa con piscina per tutti che Tiscali News pubblica oggi

Ho chiesto in questi giorni a molti volti noti della televisione e del giornalismo italiano di aderire al mio partito e essi mi hanno risposto che non vedono l’ora di farne parte. Sono sicuro che governeremo l’Italia entro un paio di anni. Ho scelto Unione Cattolica perché è l’unico partito politico, esistente in Italia, che si fonda sui principi della filosofia cristiana, che fa del perdono il suo punto focale”

insomma il nuovo messia che fonderà la sua lotta [sic] politica sul perdono. Un altro martire pronto ad immolarsi per il bene altrui rovistando nel torbido dell’intolleranza cattofascista italiana di finta ispirazione cattolica. Lasciassero in pace le religioni, che hanno già fatto guai a sufficienza e da sole…

Il partitucolo che in due anni governerà l’Italia si chiamerà Unione Cattolica ed il nome suggerisce la sua propensione ai miracoli. Del resto stando a quanto riporta Libero è proprio il suo neopresidente ad averne bisogno, di miracoli.

Sono andato in Albania a fare il direttore generale di Top Channel, altrimenti in Italia cosa mangiavo? Non posso aprire conti, se ho 100 euro sulla postepay me li portano via, sono marchiato a vita. Viaggiavo in aereo privato, avevo i soldi che mi uscivano dalle orecchie, ho sempre lavorato, dato tanto a chi mi era vicino, elargito pasti, pranzi, cene e ospitalità a tantissime persone. Tutti devono avere una seconda possibilità. In due anni saremo in Parlamento, ma senza fare promesse inutili”

infatti non sono le promesse che contano, ma i miracoli – non certo di natura ultraterrena – come un umanissimo miracolo chiamato immunità parlamentare… Tutto il resto viene da sé.

Dunque ora sapete che tra i guitti parlamentari delle legislazioni prossime venture ci sarà anche lui, il politico che aveva i soldi che gli uscivano dalle orecchie e viaggiava in aereo privato. Certo, da presidente del Consiglio avrebbe l’aereo di stato. Un ritorno al “passatus-symbol” diciamo. Perché anche per lui non contano le cariche, conta il prestigio. E cosa c’è di meglio di un partito e di una elezione ad “onorevole” per recuperarlo?

Per le capacità. Beh… Il ragazzo ha volontà. Si impegna…

 





(28 dicembre 2018)

©gaiaitalia.com 2018 – diritti riservati, riproduzione vietata

 

 





 

 

 

 

 

Comments

comments

Server dedicato
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo:

Questo sito utilizza cookie per le proprie funzionalità e per inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne clicca su "leggi di più". Questo sito utilizza cookies di terze parti. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie. leggi di più

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi