18.4 C
Roma
17.4 C
Milano
Pubblicità
Pubblicità
Pubblicità

POLITICA

PubblicitàLancio Master 2023 Limited Edition

ESTERI

Pubblicità
HomeCopertinaFallisce il referendum della Chiesa Ortodossa rumena contro il matrimonio egualitario

Fallisce il referendum della Chiesa Ortodossa rumena contro il matrimonio egualitario

Pubblicità
GAIAITALIA.COM NOTIZIE anche su TELEGRAMIscrivetevi al nostro Canale Telegram

di Paolo M. Minciotti #LGBTQI twitter@gaiaitaliacomlo #referendum

 

Gli è andata male: solo il 20% o poco più degli aventi diritto si è scomodato ed ha impiegato parte del giorno di festa per votare contro la Costituzione che garantisce anche ai rumeni il matrimonio egualitario, che è semplicemente il diritto di unirsi per la vita (o finché dura, come succede a tutte le coppie) con chi amano.

Il referendum richiedeva l’autorizzazione ad una modifica costituzionale specifica che proibisse il matrimonio egualitario e necessitava di un quorum del 30% che non è stato raggiunto nonostante la propaganda dei preti ortodossi nelle chiese del paese a favore dell’abolizione dalla carta costituzionale della disposizione che rende legali i matrimoni egualitari.

E’ stata l’Associated Press ad informare per prima che il referendum aveva fatto fiasco, o meglio, che a fare fiasco erano state le istanze deliranti e discriminatorie della Chiesa ortodossa e dei suoi alleati al governo di Bucarest e al governo-ombra di Mosca.

Il quesito referendario chiedeva che la Costituzione venisse modificata nella parte in cui parla di matrimonio tra due sposi ritornando all’antico “matrimonio tra un uomo e una donna”.

 




 

(8 ottobre 2018)

©gaiaitalia.com 2018 – diritti riservati, riproduzione vietata

 





Pubblicità

LEGGI ANCHE