N)v8mxJD#1BjWFxqTDvWhqPw
26.8 C
Roma
28.2 C
Milano
Pubblicità
Pubblicità
Torino
nubi sparse
20.1 ° C
21.6 °
18.7 °
85 %
1.5kmh
33 %
Gio
27 °
Ven
28 °
Sab
27 °
Dom
22 °
Lun
26 °

POLITICA

Pubblicità

ALTRA POLITICA

Pubblicità

ESTERI

Pubblicità
HomeCopertinaQuelli che sparano per sbaglio col mirino e il fucile modificato e...

Quelli che sparano per sbaglio col mirino e il fucile modificato e Salvini e Meloni stanno zitti

Pubblicità
GAIAITALIA.COM NOTIZIE anche su TELEGRAMIscrivetevi al nostro Canale Telegram

di Giovanna Di Rosa #pallettoni twitter@gaiaitaliacom #pallottole

 

 

Si assiste in Italia ad un preoccupante proliferare (due casi in quattro giorni sono un preoccupante proliferare) di giochi pericolosi legati all’uso di fucili dai balconi.

Nel primo caso ad essere ferita una bambina rom di 13 mesi, rispetto al ferimento della quale il ministro Salvini e la bionda Meloni non hanno detto una parola, nel secondo un giovane capoverdiano che stava lavorando su un ponteggio per sistemare luminarie anche lui, come la bambina, colpito alla schiena. Anche in questo secondo caso il ministro del vangelo Salvini e la bionda Meloni non hanno detto una parola.

Si tratta in entrambi i casi di allegri allenamenti in libertà al tiro al piccione, che notoriamente volano ed ai quali si spara dai balconi di casa in città: fucile ad aria compressa in un caso e fucile modificato per potenziarlo e mirino nell’altro (quello della bambina rom) sono dettagli di nessuna importanza. I protagonisti delle triste storie di allegri spari in compagnia dell’estate si sono sbagliati: volevano sparare da un’altra parte, guarda un po’.

Che entrambi i feriti rischino la loro mobilità è del tutto irrilevante soprattutto per le parti politiche che in nome di un disgustoso e vergognoso fascismo mascherato da populismo menefreghista si scagliano contro il presidente della Repubblica giustamente furioso per le strade trasformate in tiri al bersaglio, ma non contro coloro che sparano quando cazzo gli pare. Se lo facessero, di incazzarsi, le lobby delle armi si potrebbero infuriare. E ciao ciao voti.

Dunque ecco un’altra novità dell’estate 2018 che non è nemmeno così calda da giustificare eccessi di umana deficienza, come se ce ne fosse bisogno. La novità è rappresentata dall’avere un fucile in mano, cercare di colpire un piccione che ha la sfiga di volare quando tu non puoi e colpire un essere umano che lavora qualche metro più sotto, o più in là o che lavora e basta o che semplicemente sta lì dove tu spari.

Ecco gli effetti della cura Salvini sulla legittima difesa. Sono solo i primi effetti. Ora la parola alla giustizia. O ai vaccini. Ma sono anche anti-vax questi qui. La vediamo dura.

 





(27 luglio 2018)

©gaiaitalia.com 2018 – diritti riservati, riproduzione vietata

 

 





 

 

Roma
cielo sereno
26.8 ° C
30.2 °
25.3 °
66 %
2.2kmh
0 %
Gio
36 °
Ven
36 °
Sab
36 °
Dom
35 °
Lun
34 °
Pubblicità

LEGGI ANCHE