Home / Copertina / Stefano Fassina si genuflette a Paolo Savona

Stefano Fassina si genuflette a Paolo Savona

di G.G. #politica twitter@gaiaitaliacomlo #fassina

 

 

Come un triste presagio è rispuntato anche Stefano Fassina, ex viceministro dell’economia del Governo Letta che, insieme al PD e come suo responsabile per l’economia, votò tutte le leggi contro le quali decise di scagliarsi qualche tempo dopo agli ordini di Massimo D’Alema per amore di Liberi e Uguali.

Dopo i trionfi del 4% della sua candidatura a Sindaco di Roma, dal quale scranno capitolino si trova spesso a sostenere le non delibere della non Sindaca, Stefano Fassina ha immediatamente sentito il bisogno di farsi vedere dalle telecamere di Rainews24 e di dire la sua sul possibile ministro dell’Economia in odore di antieurismo, Paolo Savona, che non piace a nessuno ed inquieta il Quirinale, ma che per Fassina è persona “competente, adatto al momento” rispetto al cui nome “non bisogna fare forzature”.

L’esponente di Liberi e Uguali e della sinistra comunista da scranni pubblici e conti correnti a sei zeri, che i sondaggi danno in scomparsa, conferma che il partitucolo della sinistra ridicola che rappresenta è sempre più uguale e sempre meno libero perché anche la libertà si paga, soprattutto quando la si rivendica.

 




 

(24 maggio 2018)

©gaiaitalia.com 2018 – diritti riservati, riproduzione vietata

 

 




 

 

 

 

Comments

comments

Server dedicato
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo:

Questo sito utilizza cookie per le proprie funzionalità e per inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne clicca su "leggi di più". Questo sito utilizza cookies di terze parti. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie. leggi di più

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi