33.7 C
Roma
27 C
Milano
Pubblicità
Pubblicità
Torino
nubi sparse
23.9 ° C
25.4 °
22.4 °
67 %
2.6kmh
75 %
Mer
25 °
Gio
26 °
Ven
29 °
Sab
28 °
Dom
21 °

POLITICA

Pubblicità

ALTRA POLITICA

Pubblicità

ESTERI

Pubblicità
HomeNotizieErdogan fa arrestare altri trentacinque giornalisti: "Sono terroristi"

Erdogan fa arrestare altri trentacinque giornalisti: “Sono terroristi”

Pubblicità
GAIAITALIA.COM NOTIZIE anche su TELEGRAMIscrivetevi al nostro Canale Telegram

di Daniele Santi, twitter@gaiaitaliacom

 

 

 

La furia liberticida del dittatore turco Erdogan non si placa: non pago di avere arrestato 50mila persone accusate di essere “gulenisti” e di avere tolto il lavoro ad altre 160mila con la stessa accusa – applicasse lo stesso rigore ai membri della sua famiglia accusati di riciclaggio di denaro sporco – Il dittatore del finto colpo di Stato contro se stesso, ha fatto mettere agli arresti altri 35 giornalisti oppositori accusandoli di essere al soldo dell’oppositore Fethullah Gülen, da tempo in esilio negli Stati Uniti.



Curiosa la giustificazione data agli arresti: siccome rendere noto che l’orribile Erdogan non tollera oppositori e nemmeno desidera che si scriva di lui ciò che è, un dittatore implacabile, non è politicamente conveniente, lui si è inventato che gli arrestati utilizzano una app con la quale possono segretamente comunicare con Gülen per pianificare la sua destabilizzazione.

Erdogan ha infatti scaricato su Gülen le responsabilità del finto colpo di stato del 16 luglio dello scorso anno.

La app incriminata è ByLock, che in Turchia conta 215mila utenti. Presumibilmente, nella paranoia erdoganiana, tutti terroristi potenziali al soldi di Fethullah Gülen.

Perché per essere un dittatore devi essere necessariamente un po’ squilibrato o almeno complottista.





(10 agosto 2017)

 

 

©gaiaitalia.com 2017 – diritti riservati, riproduzione vietata

 



 

Roma
cielo sereno
33.7 ° C
34.7 °
32.8 °
37 %
1kmh
0 %
Mer
37 °
Gio
36 °
Ven
37 °
Sab
36 °
Dom
35 °
Pubblicità

LEGGI ANCHE