Home / Notizie / Come se fosse una cosa seria / Rosy Bindi annuncia il suo addio alla politica: se fosse vera sarebbe un’ottima notizia

Rosy Bindi annuncia il suo addio alla politica: se fosse vera sarebbe un’ottima notizia

Rosy Bindi in una recente immagine d’archivio..ANSA/MASSIMO PERCOSSI

di Giovanna Di Rosa

 

 

 

 

 

Rosy Bindi del dolce far niente in politica per quasi tre decenni ha annunciato che lascerà la politica “alla fine della legislatura” per tornare alle sue vecchie passioni, quali lo studio e la teologia (è noi che pensavamo fosse solo omofoba), ché bisogna pur vivere di qualcosa dopo aver vissuto di nulla per tre decenni. Se ne va annunciando di avere “lavorato in questo Palazzo per ventitré anni e, prima ancora, altri cinque a Strasburgo”: noi – che negli ultimi trent’anni c’eravamo – di tutto questo lavorare non ci siamo accorti.

Abbiamo visto una conservatrice feroce, che nascondeva le sue idee reazionarie sotto apparente ragionevolezza, battersi contro le Unioni Civili, contro ogni avanzamento dei diritti individuali in questo paese; l’abbiamo vista verde di rabbia sfoderare una maleducazione senza limiti scagliarsi contro chi la contestava legittimamente alla Festa de l’Unità di Modena (o era Reggio Emilia) qualche anno fa; l’abbiamo vista dire tutto ed il contrario di tutto e rispuntare sempre con qualche carica nuova, inaspettata, come quella della presidenza della Commissione Antimafia. L’abbiamo vista carica di livore anti-renziano dichiarare tutto ed il contrario di tutto contro l’ex-premier e segretario che, per sua stessa ammissione, “non mi è mai piaciuto”.

Rosy Bindi appartiene allo squallore della politica dei veti e degli inciuci alla Bersani e D’Alema dove per poter governare bisogna “piacere” e non avere delle idee di progresso per il Paese.

“Fare politica non è un mestiere, ed è impossibile servirla senza quel fuoco che arde. Finita questa legislatura lascerò il campo” è l’ultima dichiarazione della donna che ne ha avuta una per tutte le stagioni, a seconda della convenienza, e che ha scoperto dopo tre decenni che fare politica non è un mestiere. Non sappiamo se ha ragione o no: quel che è certo è che lei il “fare politica” non sa nemmeno dove stia di casa. Conosce l’occupare poltrone ed il rivestire cariche, spesso senza meriti né idee, ma la politica non è quello. E non c’è bisogno delle arzigogolature lessicali di Bindi per rendersene conto. Chiosa, la furiosa conservatrice teocrata: “La vita è più e meglio di ciò che facciamo”, una profonda verità che, nel suo caso, è ancora più vera. Quanto poi all’andarsene dalla politica della buona Bindi non ci sperate: il suo furore teocratico, il suo conservatorismo da monaca mancata si celebrerà nelle “cause” in cui crede perché vede “un gran bisogno di formazione alla politica” che detto da lei è quasi vangelo “e di ricostruzione delle reti associative”, tanto per continuare a fare pressione di qua e di là. Se sarà lei ad occuparsi della formazione politica possiamo sperare in una riedizione dell’incapacità a 5Stelle, ma benedetta da dio. Che non fa mai male.

Brava On.Bindi. Ci racconti pure che lascia la politica mentre lancia il suo endorsement ad Andrea Orlando che non si sa mai Lei debba cambiare idea, ma la prossima volta che lo racconti meglio e, magari, in un sussulto di amore per la società, la lasci sul serio. Se in silenzio è anche meglio.



 

(11 aprile 2017)

 

 

 

 

 

 

©gaiaitalia.com 2017 – diritti riservati, riproduzione vietata


 

 

Comments

comments

gaiaitalia.com

x

Check Also

“Ti facciamo abortire negra di m…”, l’allegra giovane coppia formata da lei e lui esempio di odio razzista

Share this on WhatsAppdi Giancarlo Grassi, twitter@gaiaitaliacom     Eccoli là sull’autobus a Rimini, in tempo di vacanze, lei 19enne, lui 22enne. Una mano si infila abile e silenziosa in una borsa e ne estrae un cellulare. La proprietaria, una donna africana che aspetta un bambino, se ne accorge e ...

Attentato a Barcellona: dodici morti e sessantaquattro feriti. Due arresti e due ricercati

Share this on WhatsAppdi G.G., twitter@gaiaitaliacom     (aggiornamento 17/08/2017, ore 20.00) Sono almeno dodici i morti nell’attentato islamista che ha colpito Barcellona attorno alle 17.00 del 17 agosto. Secondo alcune notizie i terroristi sarebbero asserragliati in un bar. Altre notizie smentiscono questa versione. I Mossos D’Esquadra riferiscono con un ...

Il PIL è aumentato “Perché ha fatto caldo”: Barbara Lezzi del M5S è da Premio Ignobel

Share this on WhatsAppdi Giovanna Di Rosa, twitter@gaiaitaliacom   Lei è la “stellare” esponente del M5S Barbara Lezzi, profonda conoscitrice dell’economia e dei suoi meccanismi, deputata nel parlamento italiano per volere del Sacro Blog, l’ennesima miracolata per intenderci, che in mezzo alla calura ferragostiana, colta da subitaneo fragore neuronico dopo ...

Il “non sono razzista, la mia ragazza è straniera”, sostituisce l’obsoleto “ho tanti amici gay”

Share this on WhatsAppdi Il Capo, twitter@gaiaitaliacom     Un tempo erano di moda dire “Io non ho niente contro i gay, ho tanti amici gay“, specializzato nella locuzione il triste senatore Giovanardi così terrorizzato dall’idea di finire all’inferno che gli toccherà finirci sul serio; era come quando si diceva ...

Questo sito utilizza cookie per le proprie funzionalità e per inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne clicca su "leggi di più". Questo sito utilizza cookies di terze parti. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie. leggi di più

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi