Home / Coherentia et honestate / Ultime dal pianeta 5Stelle: Appendino, Pizzarotti, 200 firme false e i successi di Piero Fassino

Ultime dal pianeta 5Stelle: Appendino, Pizzarotti, 200 firme false e i successi di Piero Fassino

di Giovanna Di Rosa

 

 

 

 

 

 

Appendino è la Sindaca più amata d’Italia: lo dicono i sondaggi. Ma sappiamo che coi sondaggi bisogna andarci cauti perché premiano anche chi è di moda, e per un sacco di motivi. I nostri amici torinesi, ad esempio, non sono proprio entusiasti (eufemisticamente parlando) ed attribuiscono il successo della Sindaca dall’occhio ceruleo all’ottimo lavoro, soprattutto quello pre-elettorale, di Piero Fassino.

 

Se oltre ai nostri amici torinesi lo scrive anche Next Quotidiano, allora le cose cominciano ad andare in un’altra direzione. Quella dell’autorevolezza che, accontentiamo i nostri detrattori, non può essere la nostra. Ma le bugie hanno le gambe corte: Appendino, ad esempio, aveva promesso in campagna elettorale che avrebbe tagliato il suo stipendio e quello dei collaboratori. Trattavasi di boutade in pieno stile M5S che naturalmente non è stata mantenuta: Appendino “delle decisioni prese con le delibere” di Piero Fassino guadagna novemila euro al mese. Proprio come Virginia Raggi la Favolosa. E ci starebbe. Se avesse fatto cose. Ma non è proprio così.

Tra le battaglie più significative combattute da Appendino quella della mostra su Manet organizzata da Skyra che, dato il silenzio appendiniano se l’è portata a Milano, ed il Salone del Libro che trasloca di fatto a Milano con la Sindaca sdegnosa che nemmeno apre bocca.

 

A Palermo, che occorre pur parlare delle firme false a 5 Stelle di Palermo, si è scoperto che ben 200 furono le firme false. Mica poche considerando che si tratta di 1/6 del totale delle firme raccolte. Lo accerta la consulenza grafica disposta dalla Procura sulle firme apposte sulla lista per le candidatura alle amministrative di Palermo del 2012 del Movimento Cinque Stelle. Son ragazzi che, notoriamente, non si fa mancare nulla. Nemmeno la caduta nelle classifiche: se Appendino è la più amata dagli Italiani, il Sindaco di Livorno è il Sindaco che i nostri compatrioti amano meno, con Virginia Raggi al penultimo posto. Al 3° posto c’è invece Federico Pizzarotti: qualcuno lo dica a Beppe Grillo che, a proposito di censura della stampa, si è “dimenticato” di scriverne sul Sacro Blog. Perché alla coerenza non c’è mai fine.

 

E’ divertente sottolineare infine come, riporta il Giornale di Sicilia, i deputati Riccardo Nuti, Claudia Mannino e Giulia Di Vita hanno detto no al saggio grafico richiesto dagli inquirenti. Un trio geniale.

 

Per tornare ad Appendino va ricordata la sua epica battaglia con la direttrice dei Musei torinesi che se n’è andata sbattendo la porta: ebbene da quel giorno nessuno nomina è stata fatta, perché la distruzione della democrazia comincia con l’oscuramento della Cultura.

 

Considerando dunque che quando Appendino non si è mossa nella scia del suo predecessore ha combinato disastri, come la storia recente della Cultura torinese racconta (è saltata anche il fantastico festival del jazz cittadino), ne deriva che il Sindaco più amato d’Italia non è lei, ma è Piero Fassino.

 

 

 

(17 gennaio 2017)

 




 

 

 

 

©gaiaitalia.com 2017 – diritti riservati, riproduzione vietata

 

Comments

comments

gaiaitalia.com

x

Check Also

“Ti facciamo abortire negra di m…”, l’allegra giovane coppia formata da lei e lui esempio di odio razzista

Share this on WhatsAppdi Giancarlo Grassi, twitter@gaiaitaliacom     Eccoli là sull’autobus a Rimini, in tempo di vacanze, lei 19enne, lui 22enne. Una mano si infila abile e silenziosa in una borsa e ne estrae un cellulare. La proprietaria, una donna africana che aspetta un bambino, se ne accorge e ...

Attentato a Barcellona: dodici morti e sessantaquattro feriti. Due arresti e due ricercati

Share this on WhatsAppdi G.G., twitter@gaiaitaliacom     (aggiornamento 17/08/2017, ore 20.00) Sono almeno dodici i morti nell’attentato islamista che ha colpito Barcellona attorno alle 17.00 del 17 agosto. Secondo alcune notizie i terroristi sarebbero asserragliati in un bar. Altre notizie smentiscono questa versione. I Mossos D’Esquadra riferiscono con un ...

Il PIL è aumentato “Perché ha fatto caldo”: Barbara Lezzi del M5S è da Premio Ignobel

Share this on WhatsAppdi Giovanna Di Rosa, twitter@gaiaitaliacom   Lei è la “stellare” esponente del M5S Barbara Lezzi, profonda conoscitrice dell’economia e dei suoi meccanismi, deputata nel parlamento italiano per volere del Sacro Blog, l’ennesima miracolata per intenderci, che in mezzo alla calura ferragostiana, colta da subitaneo fragore neuronico dopo ...

Il “non sono razzista, la mia ragazza è straniera”, sostituisce l’obsoleto “ho tanti amici gay”

Share this on WhatsAppdi Il Capo, twitter@gaiaitaliacom     Un tempo erano di moda dire “Io non ho niente contro i gay, ho tanti amici gay“, specializzato nella locuzione il triste senatore Giovanardi così terrorizzato dall’idea di finire all’inferno che gli toccherà finirci sul serio; era come quando si diceva ...

Questo sito utilizza cookie per le proprie funzionalità e per inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne clicca su "leggi di più". Questo sito utilizza cookies di terze parti. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie. leggi di più

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi