24.5 C
Roma
22.4 C
Milano
Pubblicità
Pubblicità
Torino
cielo coperto
16.6 ° C
18.5 °
14.6 °
91 %
2.8kmh
100 %
Gio
20 °
Ven
23 °
Sab
24 °
Dom
21 °
Lun
18 °

POLITICA

Pubblicità

ALTRA POLITICA

Pubblicità

ESTERI

Pubblicità
HomeCopertinaTurchia, il gran democrata Erdogan arresta gli avvocati dei leader curdi

Turchia, il gran democrata Erdogan arresta gli avvocati dei leader curdi

Pubblicità
GAIAITALIA.COM NOTIZIE anche su TELEGRAMIscrivetevi al nostro Canale Telegram

Erdogan 11di Ahmed Naouali

 

 

 

 

Il furore liberticida del dittatore Erdogan continua a scuotere  violentemente le fondamenta dello stato turco, distruggendo le poche libertà individuali che rimanevano e accanendosi contro i suoi nemici dichiarati, i Curdi, che sono – guarda un po’ – gli stessi nemici dichiarati dell’Iran e dell’Isis: francamente bisognerebbe cominciare a chiamare Erdogan con il suo nome. Ma non è questa la sede.

 

L’uomo che si è inventato un colpo di stato, abbiamo visto come, e che è riuscito nell’intento di far saltare in aria la Turchia come la conoscevamo (e tutta la regione non sarà più la stessa), ha fatto arrestare nella mattinata del 14 novembre a Istanbul l’avvocato Levent Piskin, come riferisce Rainews che cita il sito web del giornale di opposizione Cumhuriyet. Piskin, che si batte per il rispetto dei diritti umani nel Paese, è l’avvocato che ha incontrato in carcere la scorsa settimana Selahattin Demirtas, co-presidente del partito filo-curdo Hdp, arrestato nei giorni scorsi insieme ad altri nove deputati, ed alla co-leader, Figen Yuksekdag. Le ragioni dell’arresto? Sconosciute. O meglio, conosciutissime. Dare fastidio ad Erdogan e ai suoi disegni totalitari.

 

 

 

 

(14 novembre 2016)

 

 

 

 

©gaiaitalia.com 2016 – diritti riservati, riproduzione vietata

 

Roma
cielo sereno
24.5 ° C
29.9 °
21.3 °
49 %
2.1kmh
0 %
Gio
38 °
Ven
38 °
Sab
32 °
Dom
30 °
Lun
30 °
Pubblicità

LEGGI ANCHE