Home / lgbti / Lo squallore leghista che provoca il ping pong da un comune all’altro per unirsi civilmente

Lo squallore leghista che provoca il ping pong da un comune all’altro per unirsi civilmente

Leghiste

Leghiste

di Paolo M. Minciotti

 

 

 

 

 

 

 

A Cascina due donne prenotano la Sala Consigliare per unirsi civilmente, versano la tassa, poi la sindaca leghista si mette di mezzo, fa restituire la somma versata via assegno ed informa che l’Ufficio di Stato Civile è a disposizione per l’Unione delle due donne dato che lei, la sindaca leghista di salviniana e cristianissima ispirazione, non ha intenzione di delegare nessuno che le celebri le Unioni Civili e bla bla bla noi non siamo omofobi ci disegnano così alla fine son loro che son lesbiche…

Attorno a Cascina, ridente paesino di poche anime dove funzionano anche realtà culturali decenti, nella ridente Toscana, tutto un crogiuolo di Sindaci convertiti dalla Legge Cirinnà si dichiarano pronti, anzi prontissimi, a celebrare l’Unione Civile nel loro Comune: invitano, approvano, appoggiano, pubblicizzano, si fanno belli, sorridenti e dio come son contento di celebrare le Unioni Civili. Quanti di loro fossero contrari prima della Legge non è dato sapere.

 

Ora, non so se sia più controproducente il negarsi della sindaca leghista di Cascina o l’offirsi dei sindaci dei Comuni che con Cascina confinano: in entrambi i casi la politica continua a giocare con la pelle delle persone omosessuali anche in occasione della loro unione. I politici italiani, sulla pelle dei cittadini, continuano a celebrare i loro cattivismi e buonismi, le loro propagande, a farsi belli mentre il governo si guarda bene dal mettere fuorilegge l’obiezione di coscienza. Siamo disgustati.

 

 

 

 

(28 ottobre 2016)

 

 

 

 

 

©gaiaitalia.com 2016 – diritti riservati, rirpoduzione vietata

 

Share and Enjoy !

0Shares
0 0 0

Comments

comments

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo:

Questo sito utilizza cookie per le proprie funzionalità e per inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne clicca su "leggi di più". Questo sito utilizza cookies di terze parti. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie. leggi di più

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi