Da non perdere
Home / Coherentia et honestate / Vedere la #Casta5Stelle che difende i superstipendi della Giunta Raggi non ha prezzo

Vedere la #Casta5Stelle che difende i superstipendi della Giunta Raggi non ha prezzo

M5S Roma Stipendio Raineri 450x300di Il Capo

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Vederli giustificare gli stipendi stellari della Giunta di Sua Maestà Virginia Raggi a Roma, veramente non ha prezzo. E non ha prezzo constatare come tutta la narrativa cialtronesca sulla casta, sulle poltrone d’oro, sui superstipendi, gli si stia rivoltando contro, al cialtronume a 5Stelle degli incantatori di serpenti e delle funivie. Non paghi della storiella su Muraro, i cui contorni indefiniti dai risvolti imprevedibili potrebbero trascinare la Sindaca del Libero Scambio in un casino mai visto (non che lo si desideri, tanto per essere chiari), hanno deliberato uno stipendio da due palanche per la Capo di Gabinetto della pifferaia Raggi che fa sparire i ratti: 193mila euro annui. Una bazzeccola. Lei, Donna Ranieri a 5Stelle è confusa: e ne dichiara 170mila al Corriere e 199mila al Messaggero. Si comprende l’emozione. E bisogna pur mangiare. Lo stipendio di Donna Ranieri a 5 Stelle è il più alto percepito da qualcuno con le sue stesse mansioni, in tutta la storia democratica di Roma. Bisogna pur passare alla storia, in qualche modo.

 

M5S Roma Stipendio Raineri.jpg large

 

L’On.le Sindaca Raggi, assistita dall’On. issima giunta a 5Stelle della Capitale, ha ritenuto congruo il compenso ed anche l’indennità ad personam. V’è da ritenere che l’On.le Sindaca Raggi, non essendo del tutto padrona delle sue azioni – che devono essere accolte, vagliate, approvate, dal pregiato pool di quell’altra pregiata storia a 5Stelle della fidejussione di 150mila nel caso si sgarri – abbia sottoposto la decisione al Vate ed ai suoi amichetti milanesi, raccogliendone l’augusto consenso. Certo, non è detto che sia così, magari non c’è niente da sottoporre perché tutto era già stato deciso prima. Mentre Donna Raggi delle Funivie e della Guerra Vinta contro i ratti incantava il popolo che le ha tributato il trionfo elettorale con storielle su funivie e debiti pubblici da rinegoziare (senza mai spiegare né il come né il perché delle cose). O forse Donna Raggi decide davvero tutto da sola. Allora tutta la sua campagna elettorale e tutte le parole intrise di coherentia et honestate spese negli ultimi mesi sono state una gigantesca messinscena. Come tutta l’operazione chiamata M5S.

 

Dunque mentre il prode Di Battista, quello che dice che bisogna capire i terroristi, gira l’Italia in moto per raccontare al popolino la sua versione della Riforma Costituzionale guardandosi bene dal consegnare l’opuscolo stampato dalla Camera che spiega benissimo le modifiche (con gli articoli originali a fronte), Roma celebra il trionfo dell’ipocrisia con l’ennesima dimostrazione di disprezzo della coerenza e della verità, ed uno stipendio alla capo di Gabinetto di qualcosa come 16.803,3333 euro mensili (qualora si voglia dividere per 12 mesi); nel frattempo Di Maio si incontra coi potenti che dice di odiare per legittimarsi come futuro presidente del Consiglio alle dipendenze di Beppe Grillo e rimedia figuracce sulla politica internazionale; tra loro Fico che grida allo scandalo per ogni flatulenza Rai solo quando lo trova conveniente, e continua nel ruolo di presidente della Vigilanza Rai facendo ciò che faceva prima della fortunata elezione alla poltrona parlamentare (cioè niente). E’ il M5S che si sbugiarda quotidianamente, ovunque governi, con azioni che vanno esattamente contro tutta l’imputridita propaganda elettorale imbastita su un blog, da un blog e per il blog, chiarendo all’Italia tutta l’inconsistenza del loro programma pseudo politico e l’opportunismo dei suoi esponenti.

 

Ci spiace per chi ci ha creduto, spiace per chi ci troverà superficiali e senza pudore, ma vedere tutto questo, dopo che lo si è scritto in tutti i modo prima e dopo gli agoni elettorali, davvero non ha prezzo. La #casta5Stelle nata per prendere il posto di coloro che riteneva indegni di godere di posizioni e stipendi dei quali loro, i 5Stelle, avrebbero potuto godere a loro volta, si rivela per quella che è anche a tutti coloro che ci sono cascati.

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

(13 agosto 2016)

 

 

 

 

 

 

 

©gaiaitalia.com 2016 – diritti riservati, riproduzione vietata

 

 

 

 

Comments

comments

Server dedicato
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo:

Questo sito utilizza cookie per le proprie funzionalità e per inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne clicca su "leggi di più". Questo sito utilizza cookies di terze parti. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie. leggi di più

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi