Home / Copertina / #Brexit, “Ital-ascita” e del rischio di essere chiamati extracomunitari

#Brexit, “Ital-ascita” e del rischio di essere chiamati extracomunitari

Populismo 02di Il Capo

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Quali sono le ragioni per le quali non sarebbe possibile, per l’Italia, lasciare l’UE con un referendum come quello britannico? Diverse, e non tutte di natura estetico-linguistica. Prima di tutto #uscitalia suona molto peggio di #brexit ed anche la battuta mutuata da quella splendida lingua che è il napoletano – #Ital-ascita – non ci sembra proprio l’hashtag vincente. Ci sono quindi questioni secondaria importanza come il fatto che il nostro ordinamento non prevede la consultazione popolare per i trattati internazionali, (ennesima prova che Grillo e i suoi raccontano solo panzane). E’ l’art.75 della Costituzione a rendere vano ogni grido in tal senso.
Ci sono altre considerazioni, anche di carattere storico. L’Italia socio fondatore di quella comunità che oggi conosciamo come Unione Europea si è sempre mantenuta su un forte linea europeista, ancora oggi fortemente condivisa, estremisti Cittadini e raccontaballe di professione, a parte. L’Italia non è un regno unito, nel senso che le sue regioni sono parte integrante dello stato e non stati separati che si tengono uniti con vincoli di vario genere: ci piacerà vedere come Scozia ed Irlanda del Nord porteranno alla karmicamente inevitabile dissoluzione del Regno Unito ed alla fine di un Impero così come lo abbiamo conosciuto.

 

Ci sono poi ragioni ancora più serie: un’uscita dell’Italia dall’UE impedirebbe a Mario Adinolfi di pubblicare i suoi squinternati commenti sui social, privando gli utenti del social di una fonte di straordinario divertimento. Un’uscita dell’Italia dall’UE non permetterebbe a La7 di invitare ad Omnibus Giancarlo Magalli, statista di caratura mondiale, per ascoltarne l’illuminata opinione sull’ #Ital-ascita (“è asciuta? Ital! Ital!”). Ma le vere ragioni della permanenza eterna dell’Italia nell’Unione Europea sono tutte riassumibili in un unica, grande dimostrazione di umanità: bisogna impedire a tutti i costi a Salvini, Giorgia Meloni, Mario Adinolfi, Beppe Grillo ed accoliti, Ignazio La Russa, Gasparri e compagnia bella di essere etichettati con il poco ambito titolo di “extracomunitari“…

 

Perché l’Italia è una repubblica fondata sulla compassione.

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

(25 giugno 2016)

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

©gaiaitalia.com 2016 – diritti riservati, riproduzione vietata

 

Share and Enjoy !

0Shares
0 0 0

Comments

comments

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo:

Questo sito utilizza cookie per le proprie funzionalità e per inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne clicca su "leggi di più". Questo sito utilizza cookies di terze parti. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie. leggi di più

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi