Home / Copertina / La funivia di pianura di Virginia Raggi: geni a 5 Stelle

La funivia di pianura di Virginia Raggi: geni a 5 Stelle

Roma: Raggi, vorremmo presentare giunta prima del votodi Il Capo

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Son geniali e lo dimostrano. la nuova proposta di Virginia Raggi, candidata alla poltronissima della Capitale per il Movimento 5 Stelle è quella di costruire una funivia di pianura tra Casalotti e Battistini per ovviare ai problemi di congestionamento del traffico nella zona.

 

Il quotidiano Il Messaggero riporta le parole della geniale candidata a 5 Stelle che parla di un non meglio identificato “professore universitario” che “ha studiato un sistema di funivia adatto alla pianura per portare i cittadini dall’estrema periferia alla fermata della metropolitana Battistini. In quella parte di Roma nelle ore di punta, e non solo, il traffico è talmente intenso che in auto si resta fermi sempre molto a lungo. C’è una sola corsia per senso di marcia. Si tratterebbe di porre semplicemente i piloni della funivia e di calibrare il numero di cabine a seconda dell’affollamento di passeggeri nelle varie fasce orarie. I costi di una funivia sono un decimo di quelli di un tram basterebbero 18-24 mesi per costruirla e inquina come un solo autobus di quelli vecchi”. Fatta la proposta risolto il problema. Non dice “come” costruire tutto questo, ma che importa.

 

Prosegue Raggi con altre proposte che lasciano senza fiato presentate nella Sala Nassyria del Senato, soluzioni “per una città che va completamente ripensata per diventare vivibile e sostenibile”. Raggi ha parlato di una “città smart, intelligente (…) moderna, cosa che ora non è (…) una città che utilizza la tecnologia a proprio vantaggio”. Raggi ha detto di voler “restituire le strade ai cittadini eliminando le macchine”: a Roma. Come? Con interventi sulla segnaletica e con iniziative di contrasto al parcheggio selvaggio. Poi aree pedonali sperimentali in ogni Municipio in accordo con “commercianti e residenti”. Quindi più mezzi pubblici “alimentati da energia alternativa al petrolio” (con che soldi? quale energia?), far funzionare i 60 bus elettrici disponibili nella città di Roma perché ora se ne usano solo 7 (ah sì?, francamente ne vediamo in giro molti di più, ma forse siamo ciechi) e quindi il vero colpo di genio di Virginia Raggi candidata alla poltronissima della Capitale: “Colorare i bus in modo diverso per renderli riconoscibili agli utenti”. Proposta che trasuda discriminazione nei confronti dei daltonici.

 

Eccovi presentate le straordinarie capacità programmatiche del M5S romano e della candidata Raggi alla carica di Sindaco di Roma, tutte di facilissima realizzazione. Colpisce la chiarezza della divina candidata Raggi nello spiegare ai cittadini come reperirà le risorse per funivia e migliorie varie, visto che pare che Roma non navigli proprio nell’oro. Certo, la sua politica è a 5Stelle e quindi i miracoli sono dietro l’angolo.

 


 

 

 

 

 

 

 

(6 maggio 2016)

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

©gaiaitalia.com 2016 – diritti riservati, riproduzione vietata

 

 

Share and Enjoy !

0Shares
0 0
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo:

Questo sito utilizza cookie per le proprie funzionalità e per inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne clicca su "leggi di più". Questo sito utilizza cookies di terze parti. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie. leggi di più

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi