Pubblicità
venerdì, Aprile 19, 2024
13.8 C
Roma
11.4 C
Milano
Pubblicità
PubblicitàBritish School Banner 2023

POLITICA

PubblicitàLancio Master 2023 Limited Edition

ESTERI

Pubblicità
Pubblicità
HomeCopertinaA proposito di omofobia, animali gettano urina contro i clienti di un...

A proposito di omofobia, animali gettano urina contro i clienti di un locale gay a Milano

GAIAITALIA.COM NOTIZIE anche su TELEGRAMIscrivetevi al nostro Canale Telegram

Omofobia Leggedi Paolo M. Minciotti

Così va in questo paese: i civilissimi italiani, i tollerantissimi abitanti di Milano, quelli che magari parlano di moralità, fanno i conti con questo ennesimo gesto disgustoso ai danni di esseri umani ritenuti “colpevoli” di essere quello che sono.

Verso le 2 del mattino della notte tra il 26 e il 27 ottobre, racconta il sito Queerblog, alcuni ragazzi clienti del pub sostavano all’esterno del Mono, notissimo locale di Porta Venezia, quando un’auto ha rallentato, e un uomo sbucato da un finestrino come un verme dal suo buco, ha urlato “Froci beccatevi questo!”, ed ha lanciato una bottiglia di urina contro i presenti.

CIG Arcigay Milano ha immediatamente denunciato l’accaduto ed ha scritto un durissimo comunicato che riportiamo di seguito:

Mentre in città le sentinelle in piedi, i cattolici integralisti, psichiatre affascinate dai confessionali e fascisti di ieri e di oggi rialzano la testa proclamando il loro odio per gli omosessuali travestendolo in teorie e forme di libertà di opinione; improvvisamente in pieno centro riappaiono forme di violenza premeditate che non si vedevano da anni, nemmeno nel peggior scenario periferico che Albertini, Moratti e De Corato hanno creato e lasciato in eredità alla città. Non si tratta di una bravata , è un’azione violenta e premeditata. Non oso immaginare cosa sarebbe potuto succedere se questi criminali avessero trovato solo uno o due ragazzi là fuori. Forse ora staremmo commentando un attacco di guerriglia.

L’attuale Amministrazione ormai in sella da più di 2 anni non può continuare ad invocare l’alibi del bilancio e rinviare azioni concrete di inclusione e lotta alle discriminazioni capaci di generare quel cambiamento promesso e più volte annunciato. E deve sostenere le iniziative nel territorio appoggiandole anche economicamente, amplificandone le potenzialità.

 

[useful_banner_manager banners=8 count=1]

©gaiaitalia.com 2013
riproduzione vietata

[useful_banner_manager banners=16 count=1]

 

 

 

 

 

 

 

Pubblicità

LEGGI ANCHE