Pubblicità
sabato, Aprile 20, 2024
11.1 C
Roma
10.1 C
Milano
Pubblicità
PubblicitàBritish School Banner 2023

POLITICA

PubblicitàLancio Master 2023 Limited Edition

ESTERI

Pubblicità
Pubblicità
HomeNotizieAfrica, Nord Africa & Medio OrienteSiria, spiragli dall'azione diplomatica congiunta di USA e Russia

Siria, spiragli dall’azione diplomatica congiunta di USA e Russia

GAIAITALIA.COM NOTIZIE anche su TELEGRAMIscrivetevi al nostro Canale Telegram

Siria Attacco Chimicodi Giancarlo Grassi

Scrivevamo qualche giorno fa che l’unica soluzione possibile per evitare l’intervento USA in Siria era una mediazione politica seria frutto di un accordo tra Obama e Putin, interlocutore privilegiato della dittatura di Bashar Al Assad insieme alla teocrazia iraniana, vero burattinaio degli integralismi che si muovo nella regione.

Pare che quella via sia stata percorsa, non certo per merito nostro, e che qualche frutto cominci a darlo. Secondo quanto pubblicato da numerosi quotidiani internazionali il presidente russo avrebbero intimato alla Siria la consegna di tutte le armi chimiche e la loro distruzione sotto l’egida dell’ONU e Damasco sarebbe d’accordo.

La cosa avrebbe messo relativamente di buon umore Obama, che sarebbe dovuto entrare nel conflitto suo malgrado, e l’uomo non è certo un bombarolo come i suoi predecessori, che ha dichiarato che a questo punto “una svolta è possibile”. Buon segno è lo slittamento del voto al Senato USA sulla questione siriana.

Francia, Germania e Iran appoggiano la proposta russa. I più cauti restano ancora gli Stati Uniti, nonostante gli americani siano maggioritariamente contrari all’intervento.

 

 

 

 

[useful_banner_manager banners=14 count=1]

 

©gaiaitalia.com 2013
tutti i diritti riservati
riproduzione vietata

 

[useful_banner_manager banners=14 count=1]

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

[useful_banner_manager banners=1 count=1]

 

 

 

 

 

 

Pubblicità

LEGGI ANCHE