21.8 C
Roma
martedì, Settembre 28, 2021

Riceve e benedice gli omofobi, ovvero le incongruenze di Raztinger…

Ratzinger01di Daniele Santi

Nell’invitarvi a leggere (se masticate davvero bene l’inglese) lo splendido articolo pubblicato oggi dal quotidiano The Guardian vogliamo offrirvi due righe, in questa fine d’anno tanto laica, con la resurrezione del centro integralista dell’UDC e di Buttiglione, sdoganato da Monti, che ringraziamo anche per lo sdoganamento della Binetti, sulle incongruenze ratzingeriane partendo dalla benedizione all’omofoba presidente del parlamento ugandese che vuole morti gli omosessuali.

Ratzinger è, al pari dei suoi preti e delle sue gerarchie tutte, esperto tuttologo, può dire qualsiasi cosa, parlare di ogni argomento,scagliarsi contra qualsiasi scelta secolare e politica, lanciare anatemi sul neo sulla natica destra del nipote di un contadino della Patagonia dicendo che si tratta di un certo segnale della presenza di Satana, ricevere dittatori e assassini di massa (uno dei capolavori del suo predecessore-santo-subito, l’ospite si chiamava Pinochet), perchè la natura illuminata (sic) del suo percorso terreno -perché anche i papi muoiono, tanto se ne fa un altro- può permettergli n’importe quoi.

Recentemente abbiamo assistito al ricevimento e alla benedizione dell’omofoba presidente del Parlamento ugandese, quella Rebecca Kadaga che voleva la condanna a morte dei gay come regalo di Natale agli Ugandesi, che bisogna avere cuore a questo mondo, con successivo discorso sul disordine generato da “I matrimoni gay” che “sono una ferita alla giustizia e alla pace”.

L’azione propagandistica è sfuggita di mano al Sacro Vecchietto, mettendo i suoi interventi pieni di odio allo stesso livello degli interventi delle chiese evangeliche integraliste che abbandonando i loro paesi d’origine dove avevano perso la battaglia contro l’uguaglianza di diritti, hanno deciso di colonizzare l’Africa.

Per decenni gli evangelisti americani, le organizzazioni di estrema destra, compreso Rick Warren dell’Organizzazione Nazionale per il Matrimonio, sono andati in giro per l’Africa dicendone di tutti i colori sui gay: che violentano i bambini, distruggono i matrimoni, sono pericolosi per la società, che la vogliono sovvertire, spingendo tanto sull’accelleratore dell’intolleranza da provocare la reazione della politica locale che chiede la pena di morte per le persone omosessuali, con gran soddisfazione della chiesa di Roma, (che non stupisce vista la naturale tendenza della temporale istituzione alle Liasons Dangerouses, che non è poliglotta solo il Teocrata di Roma), ma che lascia interdetti perché se ci sono argomenti di cui papa, vescovi e preti non dovrebbero parlare sono proprio la pedofilia e l’omosessualità, per evidenti e noti problemi interni.

Disgraziatamente i dittatori dello spirito che vorrebbero controllarti anche quando ti lavi il culo, casomai ti sfugga un brivido di piacere, non sono in grado ci controllare ciò che succede al loro interno, nonostante siano spiritualmente illuminati dall’Alto, così che rompono i coglioni fuori dalle loro mura.

Non paghi delle loro quotidiane figuracce, fanno pronunciamenti contro le donne, praticamente le chiamano troie, dicono loro che si meritano ciò che capita loro per ciò che indossano e via di questo passo, e continuano a voler condizionare politicamente le scelte dei governi.

Dall’inizio del pontificato di Ratzinger la chiesa di Roma ha perso sette milioni di fedeli. Se resta in vita a lungo magari ci fa un bel regalo…

POTREBBERO INTERESSARTI

4,637FansMi piace
2,369FollowerSegui
119IscrittiIscriviti
Pubblicità

ULTIME NOTIZIE

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: