Beppe Grillo, adesso ci vorrebbe il coraggio dello streaming…

Leggi di più

Bologna, dodici misure cautelari tra appartenenti al Collettivo Universitario Autonomo e Laboratorio Cybilla

di Redazione Bologna Questa mattina la DIGOS della Questura di Bologna ha eseguito su disposizione della locale Procura della Repubblica, nella persona del Procuratore Capo dott. Giuseppe Amato e del dott. Antonio Gustapane, titolare delle indagini, 12 misure cautelari, emesse dal G.I.P. del Tribunale di Bologna, dott. Claudio Paris, a carico di altrettanti appartenenti del Collettivo […]

Volpi e Garozzo consegnano il fioretto alla Città di Torino

di Redazione Torino Il Grand Prix FIE TROFEO INALPI incorona Torino capitale mondiale del fioretto nell’ambito della prima prova del calendario GRAND PRIX SERIE 2023 di fioretto maschile e femminile in programma al Pala Alpitour dal 10 al 12 febbraio, Alice Volpi e Daniele Garozzo consegneranno il fioretto al sindaco Stefano Lo Russo e all’assessore allo Sport e […]

Tragedia sul lavoro nel cantiere del Terzo Valico a Voltaggio: muore un 33enne

di Redazione Alessandria Tragedia nel cantiere del Terzo Valico a Voltaggio, nell’Alessandrino attorno all’una di notte del 7 febbraio. Uno scoppio, dovuto probabilmente a una fuga di gas, e la fiammata che ne è seguita, ha provocato la morte di un operaio e il ferimento di un altro operaio. La vittima è un uomo di 33 anni, calabrese, in […]

Il Parco nazionale dell’Appennino tosco-emiliano è il primo in Europa con doppia certificazione FSC e PEFC per la gestione forestale sostenibile e i servizi...

di Redazione Bologna In Italia i boschi arrivano a coprire il 37% del territorio: un grande valore che deve però essere gestito in maniera opportuna[1]. È infatti necessario tutelare il patrimonio forestale e arboreo italiano a 360 gradi, tenendo conto dei suoi “servizi ecosistemici”, ovvero i benefici multipli forniti dagli ecosistemi al pianeta e al genere […]

CONDIVIDI

di Daniele Santi, #Politica

Siamo alla suprema tragedia della Commedia dell’Arte, così tragica da non poter evitare di ammazzarsi dalle risate e il Grillo Urlatore è il Capitano che grida come un ossesso, ma non fa un passo avanti e con passi lunghissimi e ben mimati, rimane sempre fermo allo stesso punto. Continuando a gridare il suo “Io farò”… Patetico.

Poi succede che il Grillo Furioso se ne esce con un video dove lascia la Commedia dell’Arte e passa al melodramma definendosi “il papà” del Movimento, giocando la carta degli affetti, che è sempre l’ultimo rifugio di chi ha perso la partita e non sa più a quale santo votarsi.

Il suo ritorno al passato, quello di Grillo, si dimentica tuttavia un particolare rilevante: quello di tornare allo strumento della streaming, cioè lo strumento della chiarezza, ma non può certo farsi vedere dal Popolo a 5 Stelle mentre tratta i suoi deputati e senatori come dei ragazzini, come dei minorenni, come personcine alle quali bisogna indicare la via… Insomma ritorno al passato, ma mica troppo.

E’ sempre la medesima presa in giro dell’uno vale uno: i deputati e i senatori valgono uno, qualcuno vale zero – chi è in disaccordo con Grillo – e il Grillo Furioso vale un miliardo.

Più padre padrone di così

 

(30 giugno 2021)

©gaiaitalia.com 2021 – diritti riservati, riproduzione vietata

 

 




 

 

 

 

 

 

 




%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: