Home / Coherentia et honestate / “Purtroppo siete troppo di parte”, ci scrive un lettore. Ha ragione. Siamo “dalla nostra” parte. Antifascisti

“Purtroppo siete troppo di parte”, ci scrive un lettore. Ha ragione. Siamo “dalla nostra” parte. Antifascisti

di Giancarlo Grassi #Opinioni twitter@gaiaitaliacom #Politica

 

Con una garbata email che riportiamo di seguito un lettore ci ha fatto notare ciò che secondo lui “siamo”, o almeno ciò che gli trasmette il tipo di quotidiano che editiamo.

Purtroppo siete troppo di parte e i Vostri articoli non migliorano di certo l’incertezza degli italiani che non sono di destra o di sinistra. Siate più obbiettivi con qualsiasi colore politico. 🌈👍🏼🌈👍🏼🇮🇹🇮🇹

Ha sicuramente ragione nel definirci di parte. del resto ci siamo abituati: ci hanno accusati di essere di sinistra, al soldo di Renzi, mafiosi (siamo in causa), al soldo di poteri oscuri (siamo in causa), insultati per essere incapaci di scrivere, accusati di diffondere notizie false (siamo in causa), di essere di destra, filocomplottisti, comunisti e una lobby gay. Davvero ce ne hanno dette di tutti i colori, ma nessuno ha mai capito una cosa.

Noi siamo certamente di parte, ma della nostra parte. Una parte che non ha nessun riferimento politico in questo paese dove non ci sono più idee, ma solo capi-correnti, capetti, leccapiedi e stampa prona. Il nostri è un progetto culturale, non un partito politico. I nostri collaboratori hanno differenti orientamenti politici, siamo di sinistra, di destra, di centro; questo scrivente da tempo ha rinunciato al voto, come scelta politica, ed annulla la scheda, come scelta politica. Ma abbiamo voluto fare un quotidiano di politica, cultura e opinioni stando sopra la politica e contestando tutto ciò che secondo noi va contro il diritto dell’essere umano a vivere una vita degna. Contro coloro che dicono di combattere la casta per divenire a loro volta casta. Contro gli uomini soli al comando, i liberticidi e chi vuole pieni poteri. Contro chi è corrotto e accusa di corruzione gli altri. Siamo per lanciare nuovi autori di letteratura che non cedano all’editoria prona a chi ha distrutto l’editoria. Siamo contro le voci che cambiano solo nei toni, ma non nella sostanza. E siamo, indipendentemente dal colore politico di ognuno di noi, rigorosamente antifascisti.

Questo siamo. Poi ognuno ci legge come vuole. E a tutti siamo grati. Perché un’altra regola che impera qui è che tutti sono degni di rispetto.

Grazie all’amico lettore, la cui email conserviamo, per averci dato la possibilità di spiegarvi, una volta di più e meglio, cosa siamo.

 

(25 marzo 2020)

©gaiaitalia.com 2020 – diritti riservati, riproduzione vietata

 

 

 





 

 

 

 

 

 




Share and Enjoy !

0Shares
0 0 0

Comments

comments

Lascia un Commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo:

Questo sito utilizza cookie per le proprie funzionalità e per inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne clicca su "leggi di più". Questo sito utilizza cookies di terze parti. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie. leggi di più

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi