Home / Copertina / Art. 54 “(…) I cittadini cui sono affidate funzioni pubbliche hanno il dovere di adempierle con disciplina ed onore…”

Art. 54 “(…) I cittadini cui sono affidate funzioni pubbliche hanno il dovere di adempierle con disciplina ed onore…”

Neofascisti a Varsavia | AP Photo/Czarek Sokolowski

di E.T. #Politica twitter@gaiaitaliacom #Maiconsalvini

 

Recita l’Art.54 della Costituzione Italiana: “Tutti i cittadini hanno il dovere di essere fedeli alla Repubblica e di osservarne la Costituzione e le leggi. I cittadini cui sono affidate funzioni pubbliche hanno il dovere di adempierle con disciplina ed onore, prestando giuramento nei casi stabiliti dalla legge”. Su questo mi sono soffermato quando, per ragioni professionali, mi sono dato una nuova lettura alla Costituzione del mio Paese, non ricordandola più a memoria nella sua interezza.

“I cittadini cui sono affidate funzioni pubbliche hanno il dovere di adempierle con disciplina ed onore” mi ha lasciato senza parole per un po’, pensando a quante orribili azioni hanno perpetrato coloro cui sono “affidate funzioni pubbliche” ed “hanno il dovere di adempierle con disciplina e onore”. C’è disciplina e onore nell’incosciente strimpellar di campanelli dell’ex ministro dell’Interno? Ci sono “disciplina e onore” nel dare della “vecchia puttana” al premio Nobel Montalcini (Beppe Grillo docet)? Ci sono “disciplina e onore” nello sbraitare qualsiasi incongruenza venga in mente, sapendo che c’è chi la crederà una verità, tirando in ballo ogni minoranza possibile, meglio se già discriminata, di rappresentanti parlamentari delle destre neofascio-sovraniste, troppo spesso anche leader di partito, in qualsiasi occasione? Ci sono “disciplina ed onore” nel cambiare legge elettorale ad ogni luna nuova ad esclusivo scopo del partito che si preveda possa vincere le elezioni con quella legge? Ci sono “disciplina e onore” nel raschiare il barile delle risorse del Paese, sedendo profumatamente stipendiati in una Camera e in un Senato, paralizzati dalla preoccupazione di perdere i proprio 200mila euro annuali più i bonus e i rimborsi spese, senza avere una pur minima idea di quale idea di futuro si abbia per il Paese e le sue giovani generazioni? Ci sono “disciplina ed onore” nel vendersi, o cercare di farlo, a potenze straniere che vogliano destabilizzare il Paese? Ci sono “disciplina ed onore” nel candidare impresentabili ed impreparati cialtroni in nome del controllo di parte del panorama politico sulla base dei propri interessi privati?

Ci sono infine, “disciplina e onore”, nell’esercizio del voto senza pensare alle conseguenze del proprio voto, ignorando il benessere della comunità, facendo regredire il paese per poi lamentarsi della sua regressione, prestando orecchio soltanto a chi grida più forte, cercando fonti di informazione che dicano esattamente ciò che vogliamo leggere o ascoltare e rifiutando qualsiasi confronto civile sulla base di argomenti sensati?

Non sono domande lanciate al vento. Perché sono la perdita di “disciplina e onore” che non devono essere solo peculiarità dell’eletto, ma anche dell’elettore, dato che non votare un mafioso significa non aprire le porte alla mafia, non votare un razzista significa non aprire la porta al razzismo, non votare un omofobo significa non aprire la porta a violenze sul vostro figlio gay o sulla vostra figlia lesbica, o sui vostri figli trans.

Rifiutarsi di comprendere attivamente i buoni consigli che vengono dalla Carta costituzionale e prestare l’orecchio soltanto agli incolti e impreparati opportunisti che si sono impossessati delle Istituzioni sulla vostra pelle raccontandovi che lo facevano per voi, porta all’imbarbarimento del paese. E si rischia di essere appena all’inizio.

 

(1 febbraio 2020)

©gaiaitalia.com 2020 – diritti riservati, riproduzione vietata

 

 





 

 

 

 

 

 

 




Share and Enjoy !

0Shares
0 0 0

Comments

comments

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo:

Questo sito utilizza cookie per le proprie funzionalità e per inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne clicca su "leggi di più". Questo sito utilizza cookies di terze parti. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie. leggi di più

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi