Pubblicità
11.5 C
Roma
10.4 C
Milano
Pubblicità
PubblicitàBritish School Banner 2023

POLITICA

PubblicitàLancio Master 2023 Limited Edition

ESTERI

Pubblicità
Pubblicità
HomeCopertinaLa Corte Costituzionale dice "No" al Leghista

La Corte Costituzionale dice “No” al Leghista

GAIAITALIA.COM NOTIZIE anche su TELEGRAMIscrivetevi al nostro Canale Telegram

di Giovanna Di Rosa #Maiconsalvini twitter@gaiaitaliacom #Politica

 

Non sarebbe stato possibile andare a votare con la legge che avrebbe lasciato sul campo il referendum proposto dalla Lega di Salvini, così che la Corte Costituzionale ha detto “No” al referendum sulla legge elettorale proposto dalla Legge. Un “No” che non è stato all’unanimità, ma che è stato sorretto da una maggioranza “solida e ampia”, come scrive Repubblica.

La riforma che voleva Salvini era per “avere un sistema elettorale in Italia totalmente maggioritario. Chi vince un voto in più vince, collegio per collegio come i sindaci”. Al di là delle grida salviniane, qui Vittorio Lussana, spiega assai bene le ragioni del No della Corte.

Il quesito referendario era stato promosso da otto consigli regionali guidati dal centrodestra e a traino salvino-leghista e voleva l’abrogazione delle norme sulla distribuzione proporzionale dei seggi. Furioso secondo copione il leader leghista che grida: “E’ una vergogna. E’ il vecchio sistema che si difende”. Un vecchio sistema che include anche lui che si vende come il nuovo nonostante stia dove sta da almeno vent’anni.

 

(16 gennaio 2020)

©gaiaitalia.com 2020 – diritti riservati, riproduzione vietata

 

 





 

 

 

 

 

 

 

 




LEGGI ANCHE