Pubblicità
venerdì, Aprile 19, 2024
13.8 C
Roma
14.4 C
Milano
Pubblicità
PubblicitàBritish School Banner 2023

POLITICA

PubblicitàLancio Master 2023 Limited Edition

ESTERI

Pubblicità
Pubblicità
HomeCopertinaGli italiani non si sentono razzisti, lo dice un sondaggio

Gli italiani non si sentono razzisti, lo dice un sondaggio

GAIAITALIA.COM NOTIZIE anche su TELEGRAMIscrivetevi al nostro Canale Telegram

di Daniele Santi #razzismo twitter@gaiaitaliacom #italiani

 

 

Gli Italiani non si sentono razzisti. Secondo un sondaggio Ferrari Nasi soltanto il 4% degli Italiani si sente davvero xenofobo (o almeno dichiara di esserlo) il 78% degli Italiani dichiara di non esserlo anzi, il 67% si sente così “aperto” da dichiarare di non essere d’accordo con l’affermazione “sarei infastidito se una donna a me cara sposasse un immigrato”.

Non stupisce la risposta stupisce la domanda, implicitamente razzista e misogina. Oltre che patriarcale.

Ne deriva, sondaggi alla mano e domande degli stessi sotto gli occhi, che il reale problema degli Italiani è il patriarcato di matrice fascista, non tanto il razzismo, che ne è uno degli inevitabili sottoprodotti insieme all’ignoranza, alla protervia e al nazionalismo.

Il 68% degli intervistati dichiara poi di non essere d’accordo con l’affermazione “mi darebbe fastidio se vicino a me abitasse un immigrato”. Dunque, secondo il sondaggio, un popolo di uomini e donne tolleranti ed aperti all’altro, alle differenze, ai diversi profumi, odori, afrori, colori. Tutto il contrario di ciò che la cronaca, ma si sa che la cronaca è pilotata dalla sinistra (qualcuno crede ancora alla sinistra? dov’è la sinistra? voi la vedete?) e le scelte elettorali del 4 marzo denunciano.

E’ infatti per apertura, per amore del prossimo e non per razzismo, egoismo nazionale, protervia patriarcale ed ignoranza istituzionale e disprezzo dei diritti umani che gli Italiani hanno votato i due partiti più xenofobi e razzisti della storia recente d’Italia. Quella post-ventennio mussoliniano per intenderci. Ma anche questa è cronaca della sinistra (scritta da un uomo che a sinistra, per intenderci, non ha votato mai, anche se questo articolo potrebbe far pensare il contrario). O forse, e ci penso soltanto ora, gli Italiani diventano razzisti soltanto di fronte ad un pc perché si sentono liberi, mentre quando devono dichiarare chi sono veramente mentono.

Ora per favore un sondaggio dove si dica che gli Italiani non si sentono omofobi.

 

 




 

(6 agosto 2018)

©gaiaitalia.com 2018 – diritti riservati, riproduzione vietata

 




 

 

 

 

Pubblicità

LEGGI ANCHE