Home / Altre Città / Robert Wilson ha presentato a Vicenza il suo “Oedipus The King”

Robert Wilson ha presentato a Vicenza il suo “Oedipus The King”

di Redazione #Vicenza twitter@gaiaitaliacomlo #spettacoli

 

 

Il grande regista americano Robert Wilson ha presentato il 24 aprile nell’Odeo del Teatro Olimpico di Vicenza Oedipus the King, spettacolo che inaugurerà dal 4 al 7 ottobre “Conversazioni 2018 – 71° Ciclo di Spettacoli Classici”. Ne ha parlato assieme a Jacopo Bulgarini d’Elci, Vicesindaco di Vicenza e Assessore alla Crescita e a Franco Laera, Curatore Artistico di “Conversazioni”.

 “Il nostro obiettivo iniziale del triennio di Conversazioni – ha esordito il Vicesindaco Bulgarini d’Elci – era di riportare i grandi protagonisti del teatro internazionale a confrontarsi con le difficoltà della scena palladiana facendone un potente stimolo creativo”.

Edipo Re / Oedipus the King tratto dalla tragedia di Sofocle è il nuovo spettacolo che Robert Wilson ha ideato e progettato su commissione di “Conversazioni”, il Ciclo di Spettacoli Classici del Teatro Olimpico di Vicenza, Pompeii Theatrum Mundi e Teatro Stabile di Napoli – Teatro Nazionale che lo hanno coprodotto. La messinscena della tragedia di Sofocle, per la quale Vincenzo Scamozzi realizzò le scenografie che si possono ammirare tuttora, inaugurò nel 1585 con grande fasto il teatro di Andrea Palladio.

“La linea di Conversazioni – ha spiegato Franco Laera – era stata sin dall’inizio quella di legare il classico all’oggi, non come conservazione ma come lievito per il futuro e Oedipus di Wilson è chiaramente il coronamento di questa linea”.

Alla base dello spettacolo vi sarà il testo di Sofocle nella classica traduzione italiana in versi di Ettore Romagnoli del 1926, che si intreccerà con citazioni dalla traduzione che Orsatto Giustiniano realizzò per lo spettacolo inaugurale del 1585. Le parole di Edipo risuoneranno anche nella lingua originale e in altre lingue, allusione ad un mito che va oltre il tempo e ogni confine geografico e culturale. Drammaturgicamente strutturata come il racconto di un omerico aedo, la messa in scena – come sempre nei lavori del regista americano – abbatte ogni confine tra teatro, danza, musica ed arte figurativa.

“Il mio teatro è architettura. Così come il Teatro Olimpico è pura architettura. Parto sempre da una precisa forma strutturale che successivamente riempio di contenuti – ha illustrato Wilson (foto) – in Oedipus musiche e parole provengono da epoche, lingue e luoghi molto diversi e nella loro diversità acquistano reciproca forza e chiarezza”.

Robert Wilson (foto Lucie Jansch)

 

Al centro di un organico di sei attori, performer e musicisti provenienti da quattro continenti, si ritroveranno due attori di lunga carriera come Angela Winkler e Mariano Rigillo – la prima reduce da tanti successi diretti da Wilson al Berliner Ensemble, il secondo per la prima volta in scena in uno spettacolo del regista americano. A completare il cast sul palcoscenico dell’Olimpico vi saranno altri sette giovani attori selezionati dallo stesso Robert Wilson e dalla co-regista Ann-Christin Rommen. Le musiche originali sono composte dal clarinettista siriano Kinan Azmeh e da Dickie Landry, il sassofonista di New Orleans che suonerà dal vivo sulla scena per tutto lo spettacolo.

Ideato come progetto site specific per il Teatro Olimpico di Vicenza che Palladio progettò ispirandosi al modello di un antico teatro romano, Oedipus farà la sua prima apparizione a luglio al Teatro Grande di Pompei – luogo storico quanto mai emblematico così come è giunto a noi dopo l’eruzione del 79 DC – nel cartellone di Pompeii Theatrum Mundi, la manifestazione teatrale estiva che si svolge eccezionalmente nel sito archeologico. Oedipus di Robert Wilson si annuncia quindi come un grande evento teatrale che, nella pratica creativa di un grande regista, unirà due spazi teatrali unici al mondo, fortemente legati tra loro dallo spirito della classicità.

Dopo i due momenti a Pompei e Vicenza nel 2018, lo spettacolo avrà una sua nuova versione per palcoscenico che debutterà al Teatro Mercadante di Napoli nel gennaio 2019, prima del suo tour internazionale.

 





(24 aprile 2018)

©gaiaitalia.com 2018 – diritti riservati, riproduzione vietata

 

 




 

 

 

Comments

comments

Server dedicato
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo:

Questo sito utilizza cookie per le proprie funzionalità e per inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne clicca su "leggi di più". Questo sito utilizza cookies di terze parti. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie. leggi di più

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi