Pubblicità
sabato, Aprile 20, 2024
8.6 C
Roma
10.1 C
Milano
Pubblicità
PubblicitàBritish School Banner 2023

POLITICA

PubblicitàLancio Master 2023 Limited Edition

ESTERI

Pubblicità
Pubblicità
HomeCopertinaMuore un’altra giunta della Sacra Setta di quelle che dovevano cambiare Roma

Muore un’altra giunta della Sacra Setta di quelle che dovevano cambiare Roma

GAIAITALIA.COM NOTIZIE anche su TELEGRAMIscrivetevi al nostro Canale Telegram

L’ex Presidente del Municipio III Capoccioni lascia la poltrona dopo la sfiducia della sua Giunta (foto: Romatoday.it | http://montesacro.romatoday.it/municipio-iii-sfiducia-presidente-capoccioni.html)

di G.G. #Roma twitter@gaiaitaliacomlo #MunicipioIII

 

 

Sfiduciata la presidente del Municipio III di Roma. Era un’esponente della Sacra Setta dell’Apertura della Scatolette di Tonno ed i suoi sodali di giunta l’hanno fatta fuori. Per eccesso di competenza, supponiamo noi che siam maligni. O per gomblotto. Ancor più possibile. Sta di fatto che anche la giunta di Montesacro, quella che reggeva il Municipio III, quella del grande progetto della rivoluzione di Roma – e l’hanno fatta ‘sta rivoluzione, solo a modo loro – è saltata in aria.

La giunta, in seduta pubblica, tra grida di “Traditori!” e “A Casa!” – perché al M5S piace l’armonia, come insegnano Di Maio e Raggi – ha fatto fuori con un voto di sfiducia la minisindaca Capoccioni omen nomen che ha lasciato la poltrona con un certo entusiasmo, come la foto di Roma Today che riportiamo in alto sta lì a dimostrare.

Le ragioni dell’ennesimo travolgente successo di una giunta a 5Stelle? Le fratture interne, dicono i buoni informati, culminate in una serie di lotte intestine che hanno portato alle dimissioni perché “dissidenti” a 5Stelle sono passati all’opposizione impallinando la Sindaca. Per i superstiti della Sacra Setta, che sono stati mandati a casa, la colpa sarà della cattiveria della gente, del PD, della corruzione, della casta che si ribella, della Nato che non li vuole e delle scie chimiche. Perché l’autoanalisi la lasciamo agli psicologi, e l’autocritica ai comunisti. In quanto a governare, bè… Basta lasciarlo al caso.





(22 febbraio 2018)

©gaiaitalia.com 2018 – diritti riservati, riproduzione vietata

 




 

 

Pubblicità

LEGGI ANCHE