23.3 C
Roma
23.5 C
Milano
Pubblicità
Pubblicità
Pubblicità

POLITICA

PubblicitàLancio Master 2023 Limited Edition

ESTERI

Pubblicità
HomeCoherentia et honestateL'amore per la democrazia del M5S: "Rosato, noi ti bruceremo vivo"

L’amore per la democrazia del M5S: “Rosato, noi ti bruceremo vivo”

Pubblicità
GAIAITALIA.COM NOTIZIE anche su TELEGRAMIscrivetevi al nostro Canale Telegram

di Giovanna Di Rosa, twitter@gaiaitaliacom #Politica

 

 

Siccome quando ha scritto che avrebbero bruciato vivo Ettore Rosato era un privato cittadino, la questione non è rilevante, perché è noto a tutti – non è vero? – che un privato cittadino, non avendo responsabilità politiche, come se il voto espresso non fosse una pesantissima resposabilità politica, può permettersi di dire quello che vuole.

E’ questo l’arguto pensiero dell’ennesimo genio a 5Stelle che grazie a Cancelleri che giustifica gli abusi edilizi e a Grillo che “la mafia non uccideva bambini ed è colpa delle finanza” sarà eletto a ruoli dirigenziali nello sciagurato caso, non così improbabile, che il M5S vinca le elezioni in Sicilia. Angelo Parisi è infatti l’assessore designato per i rifiuti – ogni battuta possibile è scontata – in caso di vittoria in Sicilia, e fino a dieci dieci giorni fa, scrive Next Quotidiano, insultava giornalisti e politici su Twitter. Dopo essere stato scoperto ha cancellato i Tweet. E non li ricorda più.

L’esercizio di oblio del passato in tempi di memoria virtuale, che notoriamente funziona meglio della nostra, non essendo emotiva, gioca brutti scherzi perché c’è sempre qualche mattacchione che si prende la briga di salvare i post, fare screenshot, così per il gusto di ricordare chi o cosa eravamo prima di trasformarci in qualcuno o qualcosa d’altro. Così anche il quotidiano La Stampa si fa qualche domanda, considerando il tenore dei post del Parisi diretti non sono a Rosato, ma anche a Corrado Formigli, a Massimo Giannini, insomma il tipico storpiare nomi e pensieri altrui per distorcere la realtà piegandola alla realtà dell’invidia e dell’odio personale che sono le caratteristiche di ogni buon fedele della setta di Grillology.

Non è l’unica cosa inquietante del Parisi possibile assessore targato 5Stelle della Regione Sicilia, perché Cancelleri ha dichiarato di averlo designato “per le sue provate competenze” sul tema dei rifiuti, tema centralissimo nell’agenda del M5S e padre di tutti i suoi casini che certamente ferirà/perirà anche in Sicilia – nel malaugurato caso che…; è noto che l’espressione “provate competenze”, Virginia Raggi insegna, nel linguaggio a 5Stelle significa che non sanno fare un accidente, ma che sono degni di stare lì per essere uniformati al pensiero unico di Grillology.

In cambio c’è uno stipendio mensile che sfamerebbe quattordici famiglie. Sputateci sopra voi che siete puristi…

Quando poi ci si rende conto di averla fatta fuori dal vaso e di mettere a repentaglio quella poltrona che si è desiderata per tutta la vita e che sembra ora fintamente acchiappabile c’è sempre il pentimento postumo, efficacissimo quando sincero, non quando rimarca che l’errore proprio è colpa di qualcun altro. In quel caso diventa bieco opportunismo. E c’è ancora un post lì a dimostrarlo. Lo pubblichiamo, grazie ad un nostro lettore, prima che anche quello scompaia dal web.

 

 




 

(31 ottobre 2017)

©gaiaitalia.com 2017 – diritti riservati, riproduzione vietata

 



 

 

Pubblicità

LEGGI ANCHE