Home / Coherentia et honestate / Eccoli di nuovo i prodi 5Stelle che dicono “Sì” e dopo due giorni cambiano idea

Eccoli di nuovo i prodi 5Stelle che dicono “Sì” e dopo due giorni cambiano idea

di Giovanna Di Rosa

 

 

 

 

Dunque la Legge Elettorale al M5S non piace più e va cambiata: il “Sì” in commissione dei dementi grillini è durato 48 ore, 2 giorni. Qualcosa di molto simile a ciò che è successo per la Legge sulle Unioni Civili, con la differenza che stavolta il Sen. Airola è stato zitto. Vero è che aveva già dato il meglio di sé a proposito dei fatti di Torino del 3 giugno. Il Vate del Sacro Blog, il Guitto che cammina sulle Acque, il Comico che fa politica nei teatri facendo pagare un biglietto (e tutti i gatti miao), ha deciso che questa legge elettorale non va bene – noi abbiamo detto che fa schifo in tempi non sospetti – e che quindi, qualunque sia il risultato dell’ennesima bagarre provocata dal movimento che vuole il Caos e nient’altro, tornerà ai votanti del blog, dove presumibilmente 25mila persone, ad essere fortunati, diranno la loro opinione. Saremmo tentati di ipotizzare che stavolta i voti andranno in direzione contraria rispetto alla volta scorsa, perché a pensar male si fa peccato ma non si sbaglia mai.

Giusto una domanda. Se decide chi vota sul blog perché i demenziali parlamentari del M5S presentano emendamenti?

Il punto è che anche Grillo sta facendo i conti i franchi tiratori dentro al suo gruppo, dicono ce ne siano 44 che sommati agli altri, i gruppuscoli di peones che non vogliono lo sbarramento proporzionale al 5%, fanno cento piccoli indiani pronti a scagliare le frecce del “no” a votazione segreta. Facendo saltare il banco. Ci pensino quelli che si stanno lamentando e al referendum dello scorso dicembre hanno votato “No”.

Il Blog del Vate ha già annunciato che ci sarà un voto online tra gli iscritti, che son poi quelli che le bufale le bevono tutte e che ti insultano sui social se sei contrario alle loro idee, con Roberto Fico che – fido vassallo dell’Uomo che domava le Bufale – ha già avvisato che, nel caso gli iscritti votino contro, l’accordo col PD salterà. Curioso come la sensazione sia quella che questi abbiano già deciso che l’accordo deve saltare, anzi oseremmo dire che l’accordo è già saltato. Così che avanti miei prodi a 5Stelle! Avanti verso il futuro remando contro e bloccando ogni proposta per uscire dall’impasse, non solo elettorale.

 

 

(7 giugno 2017)




©gaiaitalia.com 2017 – diritti riservati, riproduzione vietata

 



 

 

 

Comments

comments

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo:

Questo sito utilizza cookie per le proprie funzionalità e per inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne clicca su "leggi di più". Questo sito utilizza cookies di terze parti. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie. leggi di più

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi