29.6 C
Roma
28.9 C
Milano
Pubblicità
Pubblicità
Torino
nubi sparse
19.7 ° C
20.6 °
19.4 °
74 %
0.5kmh
62 %
Mar
19 °
Mer
23 °
Gio
23 °
Ven
23 °
Sab
22 °

POLITICA

Pubblicità

ALTRA POLITICA

Pubblicità

ESTERI

Pubblicità
HomeCopertinaLa Sindaca Raggi tra capi di gabinetto, giunte invisibili e "fonti autorevoli...

La Sindaca Raggi tra capi di gabinetto, giunte invisibili e “fonti autorevoli [sic] del M5S”

Pubblicità
GAIAITALIA.COM NOTIZIE anche su TELEGRAMIscrivetevi al nostro Canale Telegram

Virginia Raggi 12 Bud Spencerdi Il Capo

 

 

 

 

 

 

 

 

Crediamo sia bene, innanzitutto, iniziare con un tweet della Sindaca di Roma Virginia Raggi Dei Miracoli, già Dell Funivie.

 

 

Perché chi ben comincia è a metà delll’opera. Così impegnata con il dolore per la morte di Bud Spencer da dimenticarsi di scrivere due righe su Twitter sullo spaventoso attentato di Istanbul. Certo, bisogna seguire i dettami della Casaleggio & Associati. E le frasi di circostanza su Bud Spencer, ottengono un sacco di like su tutti i social. Così si governa nel tempo dei social.

 

Poi c’è da dire di altri impegni che hanno visto Donna Raggi dei Miracoli dimenticarsi di una delle tante sue promesse, quella della giunta da presentare prima dei ballottaggi e della quale invece non si sa ancora nulla. Si sa invece della nomina del Capo di Gabinetto della Sindaca di Roma, sulla nomina del quale persino Crosetto, già braccio destro di Giorgia Meloni, ha avuto qualcosa da dire. Lui è Daniele Frongia, sulla cui nomina pende già un’interrogazione parlamentare. Inutile, perché i Cittadini a 5 Stelle in quanto perfetti, fanno tutto bene. E Livorno e Parma stanno lì a dimostrarlo. Daniele Frongia, diversi anni fa, è stato protagonista di una serie di discusse esternazioni sulla comunità ebraica di Roma (con una lettera a Paolo Mieli) alla quale aveva ricevuto risposte durissime (tra le altre, questa). Qualcuno lo accusa di essere stato un fedelissimo di Alemanno. Chiacchiere da lavandaie Pd. E accusano lei, la Sindaca dei Miracoli, di averlo fatto rientrare dalla finestra per compiacerlo, quell’Alemanno lì. Ma siamo su Twitter, mica su scherzi a parte. Solo chiacchiere sono. Da lavandaie Pd. La Sindaca, oltre a piangere calde lacrime per i lutti nel cinema italiano, sta lavorando alacremente in gran segreto (perché lo streaming al M5S non si addice più, trasparenti quando cazzo gli pare) alla giunta capitolina: proprio come se la decidesse lei e non avessse ordini dall’alto.

 

Per tornare alla nomina di Daniele Frongia, ci sarebbe il rischio – scrive Il Tempo – che la Legge Severino, secondo la quale a coloro che sono stati membri di giunta o consiglio di un comune nell’anno precedente non possano essere conferiti incarichi dirigenziali nelle stesse amministrazioni, costringesse alle dimissioni. La replica di “fonti autorevoli del Movimento 5 Stelle”, l’incarico di capo di gabinetto non è considerata carica dirigenziale, ma un incarico fiduciario conferito dal sindaco. E la normativa differenzia il ruolo, attribuendo la figura di funzionario per il capo di gabinetto dei comuni e di dirigente per quello dei ministeri. Ma il cavillare su questa questione – quella della nomina “frongica” – la dice lunghissima non sulle “fonti autorevoli del Movimento 5 Stelle” che, qualora esistessero, non apparterrebbero alle questioni politiche, ma direttamente ai prodigi di Donna Raggi dei Miracoli, piuttosto alle pratiche così volgarmente svuotate di coherentia et honestate dei nuovi Re di Roma a 5 Stelle.

 

 

 

 

 

 

 

 

(29 giugno 2016)

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

©gaiaitalia.com 2016 – diritti riservati, riproduzione vietata

 

 

Roma
cielo sereno
29.6 ° C
33.5 °
25.3 °
43 %
4.6kmh
0 %
Mar
29 °
Mer
35 °
Gio
38 °
Ven
38 °
Sab
35 °
Pubblicità

LEGGI ANCHE