.
11.1 C
Roma
venerdì, Gennaio 21, 2022

Signori, #Amatono, non è solo un hashtag, è una necessità

Giuliano Amatodi Giancarlo Grassi

Sapendo, come sappiamo, che il presidente della Repubblica che gli Italiani vorrebbero è una donna e si chiama Emma Bonino, donna preparatissima, lingue, cutlura internazionale, un curriculum straordinario, una proverbiale correttezza umana e istituzionale, non sappiamo perché il nome di Amato continui a spuntare.

Ai tempi di Craxi lo chiamavano il Dott. Sottile ed era socialista, poi è passato ai DS, è stato Presidente del Consiglio (credo un paio di volte, si perde il conto in questo paese, tanto a stare lì per non fare un cazzo son sempre gli stessi), ha occupato vari ministeri, anche con Berlusconi, è insomma una figura per dirla con Grillo (che si potrà anche non amarlo, ma non gli si può rimproverare di dire le cose chiare) che politicamente “porta al suicidio”. Sarà per quello che il PD gli strizza l’occhio?

Il masochismo istituzionale di questa gente, del PD, del Pdl è francamente imbarazzante, quasi come la poca preparazione di certi esponenti del M5S, ma dopo vent’anni in cui la competenza era paragonabile all’omicidio plurimo c’è poco da stupirsi, e il disinteresse totale della classe politica italiana (M5S a parte) verso ciò che pensano i cittadini è veramente indecente.

Le cose stanno cambiando velocemente, i cittadini sono cambiati velocemente, gli unici a non vedere i cambiamenti sono coloro cui è stato delegato il potere di renderli operativi.

POTREBBERO INTERESSARTI

SEGUITECI

4,824FansMi piace
2,397FollowerSegui
131IscrittiIscriviti
Pubblicità

ULTIME NOTIZIE

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: