Home / Ciò che mi rende furiosa

Ciò che mi rende furiosa

Ciò che mi rende furiosa, di Gisella Calabrese: “Se il mostro è tuo marito”

di Gisella Calabrese twitter@giscal77 Sento l’urgenza, nonostante il dito fratturato, di condividere con voi i miei pensieri su questa orrenda, tragica storia. Una famiglia come tante, quella di Carlo e Cristina, che vivono a Motta Visconti, in provincia di Milano. Una moglie che lavora presso un’agenzia assicurativa, il marito in una società di software. Due bambini piccoli, una bella villetta ...

Leggi Articolo »

Il diritto ad invecchiare (e ingrassare) di Veronica Lario… e di tutte noi donne

di Gisella Calabrese  twitter@giscal77 “Se bella vuoi apparire, un poco devi soffrire” è un detto popolare che tutte le generazioni di donne conoscono bene, talvolta pure troppo. E se poi capita che a sessant’anni ti sei anche un pochetto stufata di soffrire per mantenere il bell’aspetto longilineo dei tempi andati, saranno pure sacrosanti fatti tuoi. E invece no, soprattutto se ...

Leggi Articolo »

Ciò che mi rende furiosa, di Gisella Calabrese: “Berlusconi di nuovo papà (forse). A chi interessa?”

di Gisella Calabrese giscal77@twitter Dopo aver appreso con terribile sgomento l’imminente separazione di Valeriona Marini a nemmeno un anno di distanza dalle nozze barocche (e ho voluto essere buona) a cui erano invitati praticamente cani e porcellini, siamo stati letteralmente invasi dalla notizia che sta facendo il giro di tutta la nostra martoriata Italia: “la Pascale è incinta? Il pancino ...

Leggi Articolo »

Questo sito utilizza cookie per le proprie funzionalità e per inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne clicca su "leggi di più". Questo sito utilizza cookies di terze parti. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie. leggi di più

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi